ALIS PARTECIPA ALLA MISSIONE ITALIANA IN EGITTO

Roma 18 settembre – ALIS (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile) fa parte della missione italiana che nelle giornate di ieri ed oggi, sta presentando in Egitto le potenzialità del sistema portuale, trasportistico e commerciale del nostro Paese ai delegati politico-istituzionali e ai player commerciali del Medio Oriente e del Nord Africa attraverso la partecipazione ai workshop internazionali “New Silk Road” e “Egyptian-Italian dialogue on the marittime sector”.
Questa iniziativa, che ha visto ieri a Il Cairo anche la partecipazione del presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, fa seguito alle visite istituzionali di luglio e del mese scorso in Egitto dei vicepresidenti del Consiglio Matteo Salvini e Luigi Di Maio e del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi.
 ALIS è l’unica associazione di categoria ad aver aderito all’invito formulato dal Ministero dei Trasporti e dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale in forza delle oltre 1300 aziende del mondo della logistica e dei trasporti intermodali che rappresenta.  Della ristretta delegazione italiana fanno parte anche alcuni presidenti e dirigenti delle AdSP, i gruppi armatoriali Grimaldi e Messina, Fincantieri, Leonardo, Gruppo Intesa, Monte dei Paschi, Italferr, DBA e Bonelli Erede
A rappresentare ALIS presso l’Arab Academy for Science, Technology and Maritime Trasnport ad Alessandria d’Egitto il vice direttore generale di Alis – nonché responsabile delle relazioni internazionali – Antonio Errigo, che ha partecipato alla prima parte del Workshop internazionale sul tema “The Silk Road initiative and investment opportunities between the Arab countries and China”
“La portata delle relazioni economiche e culturali tra Egitto ed Italia – dice Antonio Errigo – sono storicamente strategiche nell’ambito dei Paesi del Bacino del Mediterraneo. Sono convinto che un’Associazione come la nostra, trasversale e capace di aggregare migliaia di imprese ed operatori del trasporto, possa contribuire e offrire ai player egiziani e nord africani in generale, una dimensione coesa e produttiva del “sistema Italia”. Siamo qui per analizzare le opportunità di investimenti nell’area Euromediterranea e agevolare l’internazionalizzazione delle nostre imprese, in linea con la nostra mission transnazionale. Non è un caso che il Ministero dei Trasporti ed il Ministero degli Esteri abbiano pensato a noi come interlocutore principale del mondo associativo dei trasporti e logistica: aggreghiamo imprese, porti, interporti, università e centri di ricerca e, quindi, rappresentiamo un network molto importante a livello europeo. 
Contiamo, in questa missione, di portare a casa sicuramente risultati concreti, funzionali allo sviluppo internazionale delle imprese a noi associate”.
Oggi il vice direttore di Alis sta partecipando all’incontro bilaterale ITALIA-EGITTO, dove la delegazione italiana presenta ai principali stakeholder egiziani (Ministero Trasporti egiziano, Autorità del Canale di Suez, Autorità portuali, interporti, associazioni imprenditoriali) le potenzialità del nostro Paese. A seguire, la Tavola rotonda bilaterale  intitolata “Logistics, services, consultancy”.

#FOREVERESTATE: NON È MAI TROPPO PRESTO PER PENSARE ALLE PROSSIME VACANZE

Fino al 15 ottobre sconto di 200 € per le crociere estive 2019 nel Mediterraneo
E’ partita la campagna #foreverestate che consente, a chi si registra in questa pagina, di prenotare entro il 15 ottobre una crociera MSC per la prossima estate nel Mediterraneo con uno sconto di 200 €.
Il lancio dell’iniziativa è stato un successo grazie a un’azione ben congegnata di unconventional marketing: MSC Crociere nello scorso week end ha previsto a Milano (Largo La Foppa) e a Napoli (Piazza Dante) l’installazione di una passerella blu e, successivamente, di un temporary store generando curiosità tra i passanti e sui social network. Grazie a questa attività più di 5.000 persone che hanno ritirato così il voucher “magico” e 1.500 hanno lasciato i propri dati per essere richiamati dal contact center della Compagnia.
L’estate è appena terminata e la maggior parte delle persone sta tornando alla routine lavorativa già con la voglia di ripartire per una nuova vacanza” spiega Leonardo Massa, Country Manager di MSC Crociere. “In pratica tutti pensano già al prossimo viaggio ma, risucchiati dal vortice della frenesia quotidiana, pochi hanno tempo per andare a informarsi e magari prenotare. Abbiamo deciso quindi di andare incontro a queste persone installando durante il weekend in due piazze italiane un temporary store MSC Crociere in cui è stato possibile ricevere informazioni su tutte le novità proposte da MSC Crociere. L’elevato numero delle persone che si sono dimostrate interessate ci ha dato ragione: non è mai troppo presto per pensare alle prossime vacanze”.
A contribuire al successo dell’operazione è stata anche un’azione di unconventional marketing ben congegnata che ha innalzato il livello di curiosità e attenzione intorno all’iniziativa.
L’installazione del temporary store è stata anticipata da una prima fase in cui è comparsa nelle due piazze di Milano e Napoli una misteriosa passerella blu vuota delimitata da un elegante cordoncino” sottolinea Andrea Guanci, Direttore Marketing di MSC Crociere. “In una seconda fase la passerella è stata affollata da diversi personaggi muniti di bagagli e passaporto in fila per un’intera giornata, attirati lì da uno speciale invito anonimo e pronti a partire per un luogo non definito. È partito quindi un passaparola sia sul posto sia sui social network in cui le persone tentavano di spiegare il motivo di questa installazione. Infine con la terza fase è stato svelato il mistero grazie l’installazione del temporary store MSC Crociere davanti alla passerella blu, con numerose persone che hanno rotto gli indugi entrando a chiedere informazioni sulla prossima vacanza”.
All’interno dello store è stato possibile chiedere informazioni o utilizzare un totem interattivo per configurare la propria crociera, ma anche provare l’esperienza di una crociera MSC attraverso la realtà immersiva indossando i visori VR della Samsung ed essere catapultati all’interno dei meravigliosi ambienti delle navi e nelle destinazioni degli itinerari crocieristici, dai Caraibi al Nord Europa, dagli Emirati al Mediterraneo.
Chi non ha avuto la possibilità di passare nel temporary store MSC quindi è ancora in tempo per richiedere il voucher con lo sconto da utilizzare entro il 15 ottobre cliccando su questo link.

Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia Attività di contrasto alla pesca illegale – sequestrata una rete di duecento metri posizionata vicino la foce del fiume Sarno

Castellammare di Stabia, 19 settembre 2018 - Nel tardo pomeriggio di ieri, personale militare dipendente della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia in servizio di pattugliamento marittimo, ha intercettato e prontamente fermato al traverso dello scoglio di Rovigliano, nel comune di Torre Annunziata, un pescatore sportivo che a bordo di un natante di circa 5 metri era intento ad effettuare attività di pesca con attrezzatura vietata. Nello specifico aveva calato una rete da posta di circa 200 metri nelle acque antistanti, non lontane dalla foce del fiume Sarno. I militari hanno proceduto al sequestro della rete ed a comminare al trasgressore una sanzione amministrativa di euro mille (1.000,00). L’attività di monitoraggio e controllo in mare da parte di tutto il personale del Compartimento Marittimo di Castellamare di Stabia continuerà costante anche nel periodo successivo alla stagione balneare, al fine di garantire la sicurezza della navigazione e contrastare attività illecite. Con l’occasione, il Capo del Compartimento Marittimo e Comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, il Capitano di Fregata Ivan Savarese, vuole sensibilizzare tutti i consumatori finali in merito alla problematica, al fine di evitare l’acquisto di prodotto ittico non tracciato da improvvisati pescatori e/o venditori, in quanto non essendo sicura la provenienza potrebbero essere potenzialmente pericolosi per la salute pubblica e dannosi per il consumatore finale, non rispettando tra l’altro- la normativa comunitaria e nazionale in materia di tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici. In ultimo si ritiene sempre necessario ricordare che le emergenze in mare possono essere comunicate direttamente alla sala operativa della capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, attiva 24 ore su 24.

L’IMPORT/EXPORT LOMBARDO DIPENDE PER IL 65% DAL PORTO DI GENOVA. IL PROPELLER MILANO SUPPORTA LA COMUNITA’ PORTUALE GENOVESE

Fondamentale che le Istituzioni nazionali e lombarde sostengano il grande sforzo che il Porto sta facendo dopo il crollo del Ponte Morandi
Milano, 19 Settembre 2018 – Si è tenuta ieri alla presenza di circa 50 soci, rappresentativi del mondo delle spedizioni e della logistica milanese e lombarda, la Conviviale del Propeller Milano “La situazione di Genova dopo il crollo del Ponte Morandi. Un confronto sulle strategie e le azioni a tutela della competitività del primo porto italiano”.
Moderati da Riccardo Fuochi, Presidente del Propeller Milano, si sono alternati come relatori: Alberto Banchero, presidente di Assagenti Genova, Alessandro Pitto e Giampaolo Botta. presidente e direttore di Spediporto Genova, e Paolo Emilio Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. Dalla platea sono intervenuti Betti Schiavoni, Presidente Alsea e Roberto Alberti, Presidente Fedespedi.
Introducendo la serata Riccardo Fuochi ha dichiarato: “Abbiamo organizzato questa serata per ribadire che Milano vuole essere solidale con la Comunità Portuale Genovese. Ci faremo promotori di attività di sensibilizzazione costanti sulla situazione dello scalo di Genova, auspicando che le azioni necessarie per la tutela dello porto vengano realizzate celermente. Speriamo, inoltre, che da questa tragedia possa nascere un nuovo approccio e ragionare in modo strategico sulle misure a favore dell’ intera portualità e delle infrastrutture italiane, la competizione è infatti molto serrata e all’Estero si realizzano opere importanti in tempi rapidi che consentono ai nostri concorrenti di sottrarre quote di traffico al nostro Paese”.
Successivamente ha preso la parola Alessandro Pitto, Presidente di Spediporto: “Questa serata e l’opportunità creata da Propeller Club Port of Milano va oltre il mero aspetto conviviale. Uno degli aspetti più importanti in questo momento è fare arrivare informazioni chiare e corrette sul reale stato della situazione a Genova. Non vi è dubbio che la situazione sia complessa, resa al momento ancora più critica dalla momentanea impossibilità di utilizzare la Ferrovia sommergibile, ma qualcosa, si vede, si sta concretizzando. Oggi verrà inaugurata la nuova strada del Papa che è certamente contributo ad ottimizzare il flusso camionistico da e per il bacino di Sampierdarena; verrà poco dopo inaugurata la strada 30 giugno che consentirà ai veicoli pesanti di arrivare da Sampierdarena a Bolzaneto tagliando molta strada. In ultimo la ferrovia dovrebbe essere recuperata in 20 giorni dopo il dissequestro. Piccoli segnali di una città che non si arrende, ma guarda avanti con determinazione. A Voltri l’operatività è a pieno ritmo e a Sampierdarena riprenderà a breve. Certo i disagi non mancheranno ma possiamo superarli mettendo tutti il giusto impegno”.
“La Lombardia e il Piemonte dipendono rispettivamente per il 65% e l’84% delle loro importazioni ed esportazioni dai porti di Genova – ha detto Alberto Banchero, presidente Assagenti – la congestione della città è un problema italiano, Nord Italiano se vogliamo essere più precisi. Il solo concorrente dei nostri bacini oggi sono i porti del Northern range, perdere traffici a favore di questa area significa perdere entrate di Iva (4,4 miliardi all’anno) e competitività a livello di sistema industria: l’Italia è la seconda area manifatturiera in Europa dopo la Germania. La logistica tedesca favorirà sempre la propria manifattura a discapito di quella italiana. Siamo in una situazione di oggettiva difficoltà ma se le istituzioni locali e nazionali saranno in grado a brevissimo di darci tempi certi sulla rimessa in funzione della viabilità e della ferrovia, come già sta succedendo almeno dal lato ferroviario, saremo in grado di rassicurare il mercato dando alle aziende la possibilità di pianificare la loro logistica. Se si può pianificare, si può scongiurare la perdita di competitività”.
Il Presidente dell’Autorità Portuale Paolo Emilio Signorini ha aggiunto: “Con questa serata milanese vogliamo consolidare ulteriormente l’alleanza con il sistema produttivo del Nord Ovest che è il principale punto di origine e destinazione delle merci del nostro Porto. Auspichiamo che accanto alle già positive misure previste dal “Decreto Genova” (la destinazione del 3% dell’Iva prodotta dal porto di Genova, una zona logistica semplificata che comprende tutti gli Interporti serviti da Genova e lo sviluppo di sistemi informatici a supporto delle procedure portuali) possano essere previste azioni a sostegno delle categorie più penalizzate, in primis l’autotrasporto, e per la realizzazione dell’ultimo miglio”.
Betti Schiavoni, Presidente di Alsea ha ribadito come “Per noi operatori lombardi è importante quanto sostenuto dai colleghi genovesi e cioè che a livello politico nazionale e locale arrivino risposte chiare e tempistiche sicure. Ad oggi non abbiamo rilevato disservizi o disagi e non posso che confermare come il Porto di Genova sia vitale per le merci italiane. Dobbiamo essere coesi e uniti per far capire alle Istituzioni nazionali ma anche lombarde l’importanza di misure speciali per lo scalo.
Posizione, questa, condivisa anche da Roberto Alberti, Presidente Fedespedi che ha rivolto “un grande plauso alla comunità genovese per la compattezza dimostrata nell’affrontare la situazione ed apportare misure di emergenza per garantire l’operatività del Porto. Ora è fondamentale evitare aumenti di costi sulle merce che metterebbero in difficoltà l’intera economia italiana”.
 

CONFITARMA INTERVIENE ALL’INCONTRO CON LE COMMISSIONI PARLAMENTARI VIII E IX

Roma, 19 settembre 2018 - Organizzato dall’ADSP Genova-Savona, il 19 settembre si è tenuto un incontro dei parlamentari delle Commissioni parlamentari VIII (Ambiente) e IX (Trasporti) della Camera dei Deputati con i rappresentanti del cluster marittimo portuale, per illustrare la situazione a seguito del crollo del Ponte sul Polcevera.
È intervenuto tra gli altri l’armatore Marco Novella che, dopo aver ricordato che la Confederazione Italiana Armatori – CONFITARMA, è la principale espressione associativa dell’industria italiana della navigazione del Paese, ha ribadito che gli armatori hanno assicurato la continuità dei traffici gestiti sulle rotte da e per Genova e che sin da subito si sono messi a disposizione delle Autorità chiamate a gestire questa vera e propria calamità che ha colpito la città di Genova e con essa il porto e l’intera economia non solo genovese ma di tutto il Paese.
“Accanto alle proposte delle altre categorie di operatori del porto – ha affermato Marco Novella – le aziende associate a Confitarma hanno già manifestato la loro disponibilità ad intervenire con le loro unità navali per alleggerire il traffico stradale e facilitare l’arrivo e la partenza delle merci dal porto di Genova verso il Nord Ovest del Paese (Piemonte e Lombardia) e verso il Centro Italia. Si tratta di linee marittime che, togliendo traffico dalle strade, ridurrebbero la congestione e l’inquinamento. Naturalmente è necessario verificare la fattibilità di queste iniziative ma confermo la massima disponibilità per far sì che, in attesa del nuovo ponte, il porto di Genova possa continuare ad operare limitando al massimo i danni non solo per il porto ma per tutta la città e per l’enorme indotto che ruota intorno ad essa”.
“Quello che si chiede – ha concluso Marco Novella – è di dare risposte al più presto per evitare che i gravi rischi che si corrono si trasformino in breve tempo in danni concreti. Purtroppo già ci sono i primi evidenti segnali negativi”.
 

IL CONSIGLIO DI CONFITARMA DEDICATO A GENOVA

Roma, 19 settembre 2018 - Il 19 settembre a Roma, presieduto da Mario Mattioli, si è riunito il primo Consiglio della Confederazione Italiana Armatori dopo le ferie estive.
Al primo punto dell’ordine del giorno, il crollo del Ponte Morandi di Genova.
Il Consiglio ha osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della tragedia e manifestare ancora una volta la vicinanza a tutta la città di Genova e al porto.
Successivamente è stata presa in esame la situazione derivante dal crollo del Ponte e i riflessi sulla logistica e sulle attività delle compagnie armatoriali che operano nel porto di Genova.
“A poco più di un mese dal disastro – ha affermato il Presidente Mattioli – si registrano forti disagi per i collegamenti tra il porto e l’autostrada con evidenti ripercussioni sul traffico urbano e congestionamenti su tutta la rete. Pur ipotizzando che il ponte venga ricostruito in 18 mesi, è evidente che una situazione simile è insostenibile e che il rischio di forte perdita di traffico del principale porto italiano è molto elevato”.
Il Presidente di Confitarma, supportato dagli associati genovesi, i Consiglieri Alessandra Grimaldi e Beniamino Maltese e l’armatore Marco Novella, che in queste settimane hanno partecipato a tutti i tavoli tecnici “per Genova”, ha ribadito che Confitarma da subito si è messa a disposizione delle Autorità per affrontare insieme la difficile situazione, assicurando la continuità dei traffici gestiti dalle aziende associate da e per Genova e portando il contributo di esperienza degli armatori nella ricerca delle migliori soluzioni per garantire la continuità operativa del porto.
In particolare Confitarma, fatte salve tutte le necessarie verifiche, sostiene di approfondire l’ipotesi di avviare delle linee marittime di corto raggio verso Voltri o Savona per alleggerire il traffico locale e facilitare l’arrivo delle merci destinate al Nord Ovest del Paese e al centro Italia. Se così fosse deciso, importanti aziende associate a Confitarma hanno già dato la loro disponibilità a contribuire con le loro unità.
Il Consiglio ha poi preso in esame l’evoluzione politica e legislativa e i riflessi sulle attività armatoriali.
 
 

INAUGURATO IL 58° SALONE NAUTICO DI GENOVA . IL NUMERO DEGLI ESPOSITORI SONO 951

PRESENTATI I DATI DE “LA NAUTICA IN CIFRE 2018”: +12,8% IL FATTURATO GLOBALE 2017
Il 58° Salone Nautico si è aperto oggi, giovedì 20 settembre. Un Nautico che ha visto aumentare fino all’ultimo il numero degli espositori che sono in totale 951.
La cerimonia inaugurale si è aperta con l’alzabandiera a cura del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera cui quest’anno si è unito l’emozionante saluto della fregata lanciamissili Virginio Fasan (F 591) della Marina Militare Italiana che ha omaggiato il Salone Nautico e la Città di Genova.
Sono seguiti gli interventi delle autorità cittadine. Marco Bucci, Sindaco di Genova, ha dichiarato commosso: “Oggi Genova dimostra con questo Salone Nautico qual è la strada della ripresa da percorrere. Il Nautico si può fare solo a Genova. Si tratta della manifestazione nautica più bella di tutta Europa che compete con i Saloni di tutto il mondo”.
L’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, ha salutato il Salone Nautico e la città di Genova ricordando che “Chi ama il mare non è mai solo. I Genovesi devono sapere che tutto il Paese è con loro”.
Pierpaolo Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure occidentale ha tracciato gli obiettivi di rilancio del waterfront genovese ricordando il ruolo centrale del Salone Nautico e la volontà di supportare il progetto di un polo integrato nella nuova Darsena.
Ai saluti delle autorità è seguito il Convegno Inaugurale “I Campioni Globali. La Nautica il paese che vince” moderato da Antonio Macaluso, editorialista del Corriere del Sera.
Ha aperto il convegno il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, che ha subito voluto significare il supporto del Governo dichiarando che “Ad ottobre il Consiglio dei Ministri renderà operativo il Registro Telematico. Il nostro obiettivo – ha continuato il Ministro – è quello di semplificare e rendere certe le regole per valorizzare le straordinarie competenze di un settore di eccellenza come quello della nautica da diporto in Italia, che oggi ho visto direttamente”.
Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica, ha proseguito: “Il Salone Nautico è una vetrina e uno strumento importantissimo per il nostro settore. Siamo lieti di apprendere l’ottima notizia che ci ha portato il Ministro in merito all’approvazione del Registro Telematico che aspettavamo da tempo. Ringrazio tutti i presenti e, soprattutto, ringrazio gli espositori che hanno voluto confermare la fiducia e l’importanza di questo Salone che è diventato il simbolo del rilancio”.
Alle parole della Presidente di UCINA si sono unite quelle inviate tramite video messaggio dal Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia: “Genova riveste un ruolo strategico nell’universo Paese. Sarà uno dei Saloni Nautici più belli mai realizzati. Una sfida affinché bellezza, eccellenza e tecnologia trovino la loro vetrina migliore”.
Manlio Di Stefano, Sottosegretario agli Affari Esteri, ha sottolineato come la nautica da diporto sia il settore per eccellenza dell’export. Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria, ha proseguito ringraziando “UCINA e tutti coloro che hanno lavorato in questi mesi per il rilancio della città. Oggi siamo tutti Genovesi, anche tutti coloro che hanno attraversato il varco del Salone Nautico perché facendolo hanno dimostrato di volerci essere. Credo che la nautica da diporto sia l’esempio per il sistema Paese. L’esempio di ciò che vogliamo costruire e che ha tutte le capacità di competere nel mondo”.
“Qui al Salone Nautico vedo la capacità di reagire” – ha evidenziato Stefan Pan, Vice Presidente Confindustria e Presidente del Consiglio delle Rappresentanze Regionali. “Il bello e ben fatto quando è fatto in questo modo conquista il mondo. Questi sono i luoghi dove si crea la vera dignità e la vera eccellenza del Paese”.
Michele Scannavini ha portato la sua testimonianza di imprenditore e di Presidente di ICE Agenzia: “E’ necessario un grande sforzo per dare impulso alla nostra competitività. Il Salone Nautico rappresenta un’occasione unica. Quest’anno abbiamo portato 150 tra operatori e giornalisti esteri per offrire opportunità concrete alle imprese che espongono e dare il massimo supporto al vantaggio competitivo della nautica nel mondo”.
Giovanni Del Vecchio, Amministratore Delegato Giorgetti S.p.A., ha ricordato la “capacità dell’Italia di essere punto di eccellenza nel mondo. Oggi il Salone torna ad essere punto di riferimento del saper fare italiano”.
 I NUMERI DELLA NAUTICA PER IL TERZO ANNO CRESCITA A DOPPIA CIFRA
Durante il convegno Boating Economic Forecast, davanti a un’ampia platea di autorità, giornalisti e addetti ai lavori, il Viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi, il Prof. Marco Fortis, Vice Presidente della Fondazione Edison, Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica, il Presidente di Assilea, Enrico Duranti, il Direttore del Centro Studi Confindustria Andrea Montanino, il Presidente di ICOMIA Andrea Razeto, il Presidente di EBI European Boating Industry Piero Formenti e Stefano Pagani Isnardi, responsabile dell’Ufficio Studi di UCINA, hanno commentato i dati di mercato 2017 contenuti nella pubblicazione, molto positivi per l’industria italiana della nautica, analizzando altresì le prospettive future del settore. “Un comparto che prosegue un trend positivo”, come già anticipato dalla Presidente di UCINA, Carla Demaria, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Salone Nautico, lo scorso 3 settembre a Milano, “ma che deve rimanere sempre attento ad anticipare i repentini mutamenti tipici di un mercato ormai globale”.
Nello specifico dei numeri, il dato più significativo riguarda il fatturato globale del settore nel 2017 pari a 3,88 miliardi di euro, con un 12,8% in più rispetto al 2016 (fatturato calcolato esclusivamente sulle attività attinenti alla produzione nautica delle aziende). Aumenta anche il numero degli addetti diretti (un totale di 19.600, +6,1% sul 2016), così come il contributo della nautica al PIL (1,87‰, il 13,4% in più rispetto all’anno precedente). Cresce, infine, a conferma di un trend positivo per tutto il settore, anche il mercato interno dell’intera industria nautica, con un 16,1% in più, per un totale di 1,34 miliardi di euro, con un aumento specifico del 29,2% per il mercato interno della produzione italiana della cantieristica da diporto.
Positivi, sulla scia degli anni scorsi, anche i dati sulle esportazioni, settore che ha permesso all’industria nautica nazionale di reagire alla crisi degli scorsi anni grazie all’eccellenza della produzione italiana, riconosciuta in tutto il mondo, che confermano il nostro Paese leader internazionale nella produzione di Superyacht (barche sopra i 24 metri); l’exploit dell’export di quest’ultimo segmento è particolarmente significativo, avendo registrato una crescita dell’83,4% fra il 2010 e il 2017.

58° Salone Nautico di Genova: La Compagnia dei Caraibi rinnova la partecipazione

L’azienda piemontese partecipa alla manifestazione con Gin Mare,  proponendo cocktail dedicati e abbinamenti food esclusivi 
Milano, 20 settembre 2018Sei giorni di degustazione, diversi salotti tematici e audaci sperimentazioni in occasione del 58° Salone Nautico di Genova. Anche quest’anno Compagnia dei Caraibi, azienda piemontese importatrice e distributrice di distillati di alta qualità, prende parte all’evento con una delle etichette più iconiche del suo portfolio, l’iberico Gin Mare.
 Da giovedì 20 a martedì 25 settembre, Gin Mare sarà protagonista di una speciale lounge dedicata sulla terrazza all’interno del Ristorante Spirito Nautico di Eataly, con cui anche quest’anno Compagnia dei Caraibi rinnova la collaborazione.
In questa location esclusiva, verranno serviti cocktail a base Gin Mare a pranzo e per l’aperitivo, con proposte food a cura di Eataly.
Gin Mare nasce nel cuore del Mediterraneo, in un antico villaggio tra la Costa Brava e la Costa Dorada, creato dall’artigianalità e dalla cura tipiche dei paesi di questo bacino. Gin Mare viene prodotto con l’intento di ricercare un gin veramente eccezionale, a partire dalla selezione e dal processo di macerazione degli ingredienti di altissima qualità, come l’orzo, gli agrumi e le botaniche, che vengono poi sapientemente miscelate a mano, in modo da conservarne il loro carattere riconoscibile nel prodotto finito. Gin mare è l’autentico gin del Mediterraneo, in grado di stabilire un nuovo punto di riferimento nella categoria dei gin di altissima qualità e caratterizzandosi per l’utilizzo delle migliori botaniche di questa regione come le olive Arbequina, il basilico, il timo e il rosmarino.
Compagnia dei Caraibi è un’azienda nata a Vidracco (To) nel 1995, attiva nell’importazione e distribuzione di spirits e soft drinks provenienti da ogni parte del mondo tra cui Rum, Gin, Vodka, Whisky, Tequila, sodati, acque e champagne. Il portafoglio si compone principalmente di prodotti ‘Premium e ‘Super Premium’.
Oggi, Compagnia dei Caraibi è uno dei player più dinamici presenti sul mercato, con una rapida e costante crescita e un catalogo composto da oltre 500 referenze importate in esclusiva in Italia, tra cui  alcuni dei brand più di tendenza presenti sul mercato, come Rum Diplomático, sempre presente nella classifica dei Top 5 Tranding and Best Selling Brands; Rum Plantation, anch’esso indicato tra i Top 5 Tranding and Best Selling Brands; Tito’s Handmade Vodka, brand emergente a livello mondiale; e Gin Mare, uno dei premium gin più popolari e venduti in Italia.
Compagnia dei Caraibi, inoltre, si è da sempre impegnata per la comunità e lavora per migliorare l’ambiente, sostenendo anche servizi di volontariato civile. Alla base delle scelte di Compagnia dei Caraibi, la convinzione che lealtà, onestà e condivisione di valori etici nel mondo degli affari creino ricchezza e valore aggiunto sia per l’individuo che per la società.
 

SILENCIO E MALTESE FALCON VINCITORI DI GIORNATA NELLE RISPETTIVE CLASSI CRUISER RACER E CORINTHIANS SPIRIT

Porto Cervo, 20 settembre - Le navi Perini hanno spiegato le vele questa mattina per la prima delle tre giornate di regata previste per la settima edizione della Perini Navi Cup, evento organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda in programma fino a sabato 22 settembre. Le due divisioni, Cruiser Racer e Corinthians Spirit, partite puntualmente alle 11.30 – con la formula staggered start (partenze ogni 3 minuti) – hanno compiuto un percorso costiero rispettivamente di 25 e 21 miglia nautiche accompagnate da un vento da nord-est tra i 18-20 nodi e onda formata. Con la partenza di fronte a Capo Ferro, le navi Perini si sono dirette verso l’Isola dei Monaci, da qui verso la Secca di Tre Monti e il Passo delle Bisce per poi dirigersi verso sud. Mentre la Classe Corinthians è risalita verso il traguardo dopo aver circumnavigato Mortoriotto, la divisione dei Cruiser Racer ha proseguito fino a girare Soffi tagliando entrambe il traguardo a nord dell’Isolotto di Nibani.
I Cruiser Racer hanno regatato compatti dall’inizio, solo sul finale il 60 metri Seahawk ha allungato le distanze lasciandosi alle spalle il 50 metri Silencio il quale, secondo al traguardo in tempo reale, ha registrato la vittoria di giornata in tempo compensato davanti a Seahawk e Victoria A, rispettivamente secondo e terzo nella classifica provvisoria. Tra i Corinthians Spirit, è partito subito al comando della flotta il 64 metri Spirit of C’s, passato successivamente dall’imponente 88 metri Maltese Falcon che, dopo aver doppiato i Monaci, ha preso il sopravvento mantenendo la testa della flotta per il resto della regata, conquistando così il vertice della classifica provvisoria. In tempo compensato, Spirit of C’s si posiziona terzo dietro al 52 metri Tamsen, secondo.
Al rientro in banchina i partecipanti hanno preso parte al wine tasting organizzato da Marchesi Antinori; la serata proseguirà nella piazzetta centrale di Porto Cervo dove gli ospiti parteciperanno all’esclusivo cocktail offerto da Vhernier. Seguirà poi una cena per gli armatori e un evento dedicato alla stampa. Le regate riprendono domattina, venerdì 21 settembre, alle ore 11.30, con previsioni di vento da nord-est tra gli 8-10 nodi.

IL PRESIDENTE MATTIOLI ALL’APERTURA DEL 58° SALONE NAUTICO DI GENOVA NAUTICA ECCELLENZA DEL PAESE RUOLO STRATEGICO DEL MARE PER L’ITALIA.

UN QUADRO DI COMANDO PER IL SETTORE MARITTIMO
Genova, 20 settembre 2018 – Il presidente della Federazione del Mare Mario Mattioli ha rappresentato il cluster marittimo italiano alla cerimonia di apertura del 58° Salone Nautico Internazionale di Genova, tornato la maggiore manifestazione europea della nautica da diporto e punto di riferimento internazionale per l’intero settore. “Ho voluto essere qui – ha dichiarato il presidente Mattioli – in quest’anno così difficile per la Città, proprio per sottolineare la vicinanza e la partecipazione di tutto il sistema marittimo a Genova e ai suoi operatori, rappresentati oggi da quelli della nautica, vera eccellenza italiana che con grande capacità e determinazione sta mantenendo la sua posizione di leader nel mondo”.
Il Salone deve essere l’occasione per riflettere una volta di più sul ruolo strategico per lo sviluppo italiano delle attività marittime. Il mare infatti continua ad alimentare uno dei sistemi produttivi tra i più rilevanti e vitali del Paese, un sistema che procura lavoro, direttamente o indirettamente, a 470mila occupati in attività industriali manifatturiere e terziarie: attività cui la nautica dà un rilevante contributo, costituendone il 20%.
Il rilievo del cluster marittimo impone anche un efficace coordinamento amministrativo tra competenze ormai disperse tra svariati dicasteri, con una adeguata attenzione al settore in sede politica e la creazione di un quadro di comando ben funzionante, in grado di operare in tempi ristretti, conformi agli standard internazionali del mondo marittimo.  La Federazione del Mare, che costituisce il maritime cluster italiano, vuole dare rappresentanza unitaria al mondo marittimo del paese, per consentirne l’apprezzamento come fattore di sviluppo ed affermarne la comunanza di valori, di cultura e di interessi.
Le attività marittime italiane annualmente producono beni e servizi per un valore superiore al 2% del Pil complessivo e al 3,5% di quello derivante da attività private.

Vico Equense: Una Piazza a nome del giornalista Napoletano “Giancarlo SIANI”

Il giorno 21 settembre 2018, nel Comune di Vico Equense (NA) si è tenuta una solenne cerimonia per l’intitolazione del nuovo piazzale alla memoria del giornalista napoletano “Giancarlo SIANI”, ucciso dalla criminalità organizzata il 23 settembre 1985. La solenne cerimonia è stata presenziata dal Presidente della Camera dei Deputati, Onorevole Roberto FICO, accompagnato dall’Onorevole Paolo SIANI, fratello di Giancarlo.
La solenne cerimonia, a cui hanno partecipato le massime autorità civili e militari, in primis il Sindaco del Comune di Vico Equense, Dott. Andrea BUONOCORE, ha riscosso enorme plauso dalla cittadinanza e dai giovani vicani, soprattutto studenti, per i quali il giovane giornalista ammazzato dalla camorra rappresenta, tutt’oggi, un forte simbolo di verità e giustizia, quale testimonianza di impegno e lotta contro la criminalità, unici strumenti per costruire una società migliore.
Presente, in rappresentanza deI Corpo delle Capitanerie di porto, il Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del porto di Castellammare di Stabia, Capitano di Fregata Ivan SAVARESE.
La manifestazione è stata preceduta da due giorni dedicati a temi quali giornalismo e criminalità organizzata, legalità, lotta alle mafie.
L’intera celebrazione è ruotata intorno alla vita ed ai valori di un giornalista che aveva un forte legame affettivo con la Città di Vico Equense, dove trascorreva il suo poco tempo libero.
Come simbolo di legalità è stata esposta nel piazzale l’autovettura Citroen Mehari, appartenuta al giornalista.

OMLOG è Partner della Vip Lounge del 58 Salone Nautico di Genova

I Vini del Marchese Antinori,  il talento dello Chef Alessandro Polenti e le opere di Luca Bonfanti per un evento esclusivo dedicato al mondo del lusso e lifestyle
Omlog, società multinazionale specializzata nella logistica per l’industria della moda e lyfestyle, sarà presente il 23 settembre al Salone Nautico di Genova con un evento polisensoriale ed esclusivo che si terrà alla Vip Lounge del Salone.
Dalle 18.30 in avanti partirà una degustazione dei prestigiosi vini Marchese Antinori abbinata a uno show cooking di Alessandro Polenti, talentuoso Chef marchigiano che esprimerà tutta la sua creatività, trasformando materie prime di altissima qualità in piatti unici e ricercati.
Inoltre, nella VIP lounge per tutta la durata del Salone Nautico verrà esposto un container con le opere di Luca Bonfanti, uno degli artisti di punta del progetto Container Lab (https://www.containerlab.eu).
“La nautica e in particolare il segmento di alta gamma, è uno dei segmenti di business internazionale con un aspetto emozionale molto elevato.
Per questo abbiamo sposato il progetto della Vip Lounge del Salone Nautico di Genova, uno dei maggiori eventi dedicati al settore – ha dichiarato Riccardo Fuochi, Ceo Omlog – Saremo in una location estremamente suggestiva assieme a molte eccellenze internazionali e italiane, in linea con la nostra missione di offrire servizi logistici di eccellenza a clienti italiani ed internazionali.
L’evento del 23 settembre ci permetterà di presentare lo standing della nostra azienda, di consolidare le relazioni con i nostri clienti e di svilupparne di nuove con gli ospiti che saranno presenti”.
Il Gruppo OmLog è uno dei principali fornitori 3PL per l’industria del fashion, in grado di gestire un servizio di logistica completo che include: spedizioni, operazioni doganali, magazzinaggio, distribuzione, gestione dei flussi della merce in entrata e in uscita, elaborazione degli ordini e imballaggio.
OmLog International è situata in Svizzera con un magazzino di oltre 3500mq e 1000mq di caveau ed è la divisione del gruppo specializzata nel trasporto e logistica di vino pregiato, opere d’arte e auto di lusso.
Un team di esperti nel settore grazie alla preparazione tecnica, alle competenze e all’affidabilità, fornisce un servizio altamente qualificato e professionale che rispecchia le esigenze dei clienti.
Il Gruppo Omlog ha sedi in Svizzera, Milano, Roma, New York, Hong Kong, Pechino, Shanghai, Shenzhen e Singapore.
 

Prosegue il positivo andamento del traffico nei porti della Campania

Napoli, 21 settembre – L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale continua a registrare una significativa crescita dei traffici, con i dati aggiornati al mese di agosto del 2018.
Per i porti di Napoli e Salerno considerati nell’insieme, durante i primi otto mesi dell’anno, in confronto con l’analogo periodo dell’anno precedente:
 
 il numero dei passeggeri locali e traghetti cresce del 3,4%;  i passeggeri delle crociere aumentano del 14,1%;  le Teus per il traffico contenitori crescono del 5%;  il traffico delle rinfuse liquide aumenta del 4,6%. L’unico segmento che registra una flessione nei volumi è il segmento del traffico RO-RO, con una diminuzione del 7,5% nei primi otto mesi rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, ma comunque con una ripresa rispetto alla performance dei primi quattro mesi, che aveva segnato un arretramento del 10,6% rispetto allo stesso periodo del 2017.
Se andiamo ad osservare la dinamica distinta tra i porti di Napoli e Salerno, verifichiamo in particolare che nei primi otto mesi del 2018, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, il traffico dei passeggeri nel segmento delle crociere cresce nello scalo partenopeo del 13,1%, mentre nel porto di Salerno aumenta del 26,3%.
Di converso, nel traffico dei containers Napoli segna un aumento del 6,5% delle Teus, rispetto ad una crescita di Salerno pari al 3,2%. A Salerno particolarmente positiva continua ad essere la crescita delle rinfuse solide, con un robusto 29% di aumento rispetto al 2017.

Dalla V Conferenza Nazionale sul turismo costiero un segnale di fiducia per il completamento della riforma per la nautica

Genova, 22 settembre 2018 – Federturismo, Ucina, Assomarinas e Assobalneari hanno scelto ancora una volta e quest’anno con una motivazione in più il Salone Nautico di Genova per presentare la V Conferenza Nazionale sul Turismo Costiero e Marittimo in sostegno di una città ferita e per dimostrare che, nonostante tutto, Genova va avanti e da qui vuole ripartire.
La Conferenza è stata un’occasione per confermare che la ripresa del settore che fino all’anno scorso si temeva fosse incerta si è consolidata, ma anche per analizzare l’andamento del mercato dei servizi portuali turistici e per affrontare insieme i  temi ancora aperti del contenzioso con la Corte Costituzionale sui canoni demaniali e di una riforma del demanio che contempli  il ripristino di un sistema specifico di evidenza pubblica per i porti diverso dalla Bolkestein.
“Abbiamo scelto il più grande Salone del Mediterraneo – ha dichiarato la Vice Presidente vicario di Federturismo Confindustria Marina Lalli – per sottolineare come il  turismo costiero e marittimo rappresentino un’importante fonte di crescita per il nostro Paese che va sostenuto per ottenere vantaggi in termini economici e ambientali e per migliorare la competitività del settore su scala mondiale. La crisi sembra passata e i numeri parlano chiaro, ma il merito del miglioramento è anche da attribuire alle proposte concrete e all’attività di confronto e di dialogo costruttivo messe in campo a livello istituzionale negli ultimi  anni e che sono state recepite dal Governo”.
“Questo palco è per noi un’importante opportunità – hanno affermato il  Presidente di Assomarinas Roberto Perocchio e il Presidente di Assobalneari Italia Fabrizio Licordari – per  rinnovare, in vista della Legge di Bilancio, l’appello al Governo di tenere alta l’attenzione sulla problematica delle concessioni demaniali marittime e il loro rapporto con le normative europee che finora hanno avuto un’applicazione distorta e di fare chiarezza sull’esclusione dalla Bolkestein delle imprese balneari e dei porti turistici per salvare gli investimenti attuali e futuri”.
“Per il Governo quello della nautica è un settore strategico – ha ribadito il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio. È intenzione del Governo investire in modo significativo in chiave turistica sulle infrastrutture marittime, tanto più se pensiamo che la nautica è un’eccellenza del Paese. Il prossimo 9 ottobre si riunirà a Roma un tavolo ministeriale sul Turismo, in modo da mettere a punto una posizione unitaria tra tutti i ministeri coinvolti, per aprire poi un confronto serio e forte in Europa sui diversi temi che la parola turismo comporta”.
 
 

SECONDO GIORNO DI REGATE PER LA PERINI NAVI CUP

Silencio e Maltese Falcon restano in testa alle divisioni Cruiser Racer e Corinthians Spirit
Porto Cervo, 21 settembre 2018 – Anche quest’oggi la flotta Perini Navi ha solcato le acque della Costa Smeralda per la seconda giornata di regate della settima edizione della Perini Navi Cup.
La manifestazione, che raduna i gioielli del cantiere, è organizzata in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda e si chiuderà domani, sabato 22 settembre.
Puntualmente questa mattina alle 11,30 sono iniziate le procedure di partenza che hanno visto le due divisioni partire con la formula staggered start ossia partenze scaglionate ogni 3 minuti. Sia per i Cruiser Racer che per i Corinthians Spirit stesso percorso costiero di circa 10 miglia. Dopo la partenza i 12 velieri si sono diretti a Nord per doppiare i Monaci procedendo poi verso la Secca di Tre Monti e quindi passare il traguardo in prossimità del Passo delle Bisce, dove il percorso è stato ridotto a causa di un calo di vento dai quadranti orientali, inizialmente di 7 nodi.
Classifica immutata nella divisione dei Cruiser Racer che vede al comando Silencio vincitore di giornata anche oggi. Nonostante il vento leggero gli imponenti Seahawk e Victoria A si sono dati battaglia in prossimità del traguardo: ha avuto la meglio Seahawk ottenendo il secondo posto davanti a Victoria A, terza. La classifica generale provvisoria vede i tre superyacht nella medesima posizione.
Nella divisione dei Corinthians Spirit, il Maltese Falcon continua a guidare la classifica provvisoria registrando la seconda vittoria seguito a tre punti da Tamsen, oggi terzo in tempo corretto.
Seconda posizione oggi per Caoz 14, con a bordo il tattico Tommaso Chieffi, che si posiziona al quarto posto della classifica generale a solo un punto dal terzo classificato overall Spirit of C’s, che nonostante il quinto posto di oggi riesce a restare in zona podio.
Durante la serata, la banchina di Porto Cervo Marina si animerà grazie al tradizionale Yacht Hop, consentendo agli ospiti di salire a bordo degli yacht Perini ormeggiati, e all’ormai rinomato Cocktail Contest, che vedrà gli equipaggi impegnati in una divertente competizione fuori dalle acque. Più di 700 gli ospiti attesi per questa grande festa di barche, musica e street food.
L’appuntamento con l’ultimo giorno di regate è per domani, sabato 22 settembre, con la flotta attesa sulla linea di partenza alle 11.30 e previsioni di vento da ovest tra i 15-18 nodi.
Al termine della regata, la Piazza Azzurra ospiterà la cerimonia di premiazione, cui seguirà una cena di gala conclusiva presso la Clubhouse dello YCCS.

La Guardia costiera soccorre il veliero d’epoca “Bigrin” durante la regata benefica “Mille vele”

Genova, 22 settembre 2018 – La Guardia costiera di Genova ha coordinato, nella tarda mattinata odierna, l’intervento di soccorso e assistenza a favore dell’imbarcazione a vela “Bigrin”, uno dello sloop d’epoca di 17 metri impegnato nella regata “Mille Vele” nelle acque antistanti il capoluogo ligure.
Alle 12.26 l’equipaggio di bordo effettuava una chiamata di soccorso contattando la Capitaneria di porto, tramite il Numero Blu 1530, per segnalare un anomalo imbarco di acqua all’interno dello scafo. La sala operava di Genova attivava, quindi, la catena di soccorso disponendo l’immediato intervento in assistenza al veliero di alcuni dei mezzi della Guardia costiera, già schierati in area per garantire la massima sicurezza in mare sia alle unità impegnate nella “Mille Vele”, sia ai numerosi eventi collaterali al 58° Salone nautico. La motovedetta CP288, impegnata direttamente nell’attività di vigilanza nello specchio acqueo interessato dalla regata “Mille Vele”, raggiungeva per prima l’unità che veniva immediatamente individuata – tra oltre 200 barche in mare – dall’occhio vigile dell’elicottero AW139 della Guardia costiera, anch’esso in area per monitorare la situazione ed intervenire, in estrema necessità, con il proprio aerosoccoritore e il medico del CISOM  presenti in volo. In zona veniva inoltre rischierato il battello oceanico GC A95 che, grazie alla struttura pneumatica dello scafo, poteva più agevolmente affiancare lo sloop in legno Bigrin e dare assistenza alle 10 persone dell’equipaggio, mettendo in sicurezza l’unità e trasbordando parte degli stessi sulle unità della Guardia Costiera. L’assistenza allo storico veliero proseguiva sino all’ormeggio presso le banchine dello Yacht Club Italiano e si concludeva, in piena sicurezza, alle ore 13.27. I militari della Capitaneria di Porto provvedevano ad accertarsi delle buone condizioni di salute degli uomini dell’equipaggio, nessuno dei quali necessitava dell’intervento dei sanitari.
La Guardia costiera ricorda la necessità di operare sempre con la massima prudenza nella pratica delle attività in mare che possono sempre riservare spiacevoli imprevisti ; inoltre invita  a comunicare tempestivamente, tramite il Numero Blu gratuito di emergenza in mare “1530”  ovvero tramite NUE 112, ogni potenziale situazione di pericolo per consentire una rapida assistenza.***
 

PRESENTATA LA DECIMA EDIZIONE DELLA 151 MIGLIA-TROFEO CETILAR

Il Salone Nautico di Genova ha ospitato oggi a mezzogiorno la presentazione della decima edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, la “regata dei record” che prenderà il via il 30 maggio 2019 sulla rotta Livorno/Marina di Pisa/Giraglia/Formiche di Grosseto/Punta Ala.
Davvero tante e qualificate le presenze al Teatro del Mare, tra amici della regata, addetti ai lavori ed esponenti della stampa, che hanno accompagnato i primi bordi di questa attesissima, decima edizione della 151 Miglia, un evento che promette di battere i già significativi record di partecipazione e gradimento che ne caratterizzano la breve quanto intensa storia.
Non è un caso che il claim di quest’anno sia, appunto, #151da10, come le edizioni e come il voto simbolico – concretizzatosi negli anni in una presenza massiccia e costante di velisti e barche, ben 198 in acqua l’anno scorso – che gli appassionati di vela hanno riservato all’evento organizzato da un Comitato formato da Yacht Club Punta Ala, Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e Yacht Club Livorno, con la collaborazione del Porto di Pisa, Marina di Punta Ala e dello storico partner PharmaNutra.
Presenti sul palco del Teatro del Mare il Presidente dello YC Punta Ala Alessandro Masini, il Direttore Sportivo dello YC Repubblica Marinara di Pisa Gianluca Romoli, il Presidente dello YC Livorno Gian Luca Conti, Matteo Mathieu, Responsabile della Comunicazione & Marketing dell’azienda farmaceutica PharmaNutra, title sponsor dell’evento con il suo brand Cetilar, il Vice Presidente della Federazione Italiana Vela Alessandro Mei e Fabrizio Gagliardi, Presidente dell’Unione Vela d’Altura Italiana.
Dopo aver lanciato il video teaser della decima edizione e una clip con il saluto di Roberto Lacorte, Presidente dello YCRMP e cuore pulsante della 151 Miglia, direttamente dal circuito belga di SPA Francorchamps dove è impegnato con il Cetilar Villorba Corse nel week end della 4 Ore di Spa, sono stati illustrati i primi dettagli di questa edizione del decennale, piena di ulteriori sorprese che saranno svelate nei prossimi mesi.
“Siamo arrivati alla decima edizione e quelle che abbiamo vissuto sono state delle 151 Miglia molto intense, magnifiche, con grandissimi risultati, numeri straordinari e tanto consenso”, ha dichiarato Roberto Lacorte, che ha invitato tutti gli armatori di barche d’altura a partecipare a quella che “sarà una 151 Miglia speciale, la più bella di sempre”.
Dello stesso tenore le parole di Alessandro Masini, che non ha mancato di evidenziare gli sforzi organizzativi di circoli e sponsor per riuscire a garantire sempre un alto livello organizzativo, una delle caratteristiche principali della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, e di Gian Luca Conti e Gianluca Romoli, che hanno sottolineato l’importanza della 151 Miglia nel panorama delle regate in Mediterraneo, nonché la continua e costante attività del Comitato Organizzatore per 365 giorni l’anno.
Matteo Mathieu, in rappresentanza dello sponsor PharmaNutra, presente nel mondo dello sport a 360° attraverso il suo brand Cetilar (tra le altre cose Title Sponsor del Parma Calcio in Serie A), ha infine confermato anche per l’anno prossimo la partnership con la regata, evidenziando lo stretto legame tra PharmaNutra e la 151 Miglia.
La presentazione si è conclusa con gli interventi di Mei e Gagliardi, che hanno manifestato la grande vicinanza tra la 151 Miglia e le istituzioni, e non solo in virtù del fatto che la regata è un’importante tappa del Campionato Italiano Offshore e dell’Armatore dell’Anno UVAI, oltre che del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, il circuito di regate riservato ai Maxi Yachts.
L’appuntamento è per il prossimo 30 maggio, per la partenza della decima edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, regata che sarà preceduta da una serie di eventi sportivi, sociali e da tante novità tutte da scoprire…
 

The Maltese Falcon trionfa alla settima edizione della Perini Navi Cup

Porto Cervo, 22 settembre. Si è conclusa oggi, dopo tre giorni di regate, la settima edizione della Perini Navi Cup, la manifestazione organizzata in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda che ha radunato a Porto Cervo 21 yacht della flotta Perini Navi. The Maltese Falcon conquista la vittoria e trionfa tra i Corinthians Spirit mentre il 50 metri Silencio conquista la testa della classifica nella divisione dei Cruiser Racer.
La giornata conclusiva della Perini Navi Cup ha visto l’imponente flotta affrontare un percorso costiero di circa 14 miglia accompagnata da un vento iniziale tra i 12 – 14 nodi da ovest. Le navi Perini si sono dirette verso sud a circumnavigare le Isole di Mortorio e Soffi e risalire verso una boa posta a nord, al largo di Porto Cervo, dove è stato collocato il traguardo accorciando il percorso a causa di un rafforzamento del vento che è arrivato a soffiare fino a 27 nodi.
Seahawk, partito per ultimo nella divisione dei Cruiser Racer con la formula staggered (che prevede partenze individuali scaglionate ogni 3 minuti), nella giornata odierna ha fin da subito accelerato il passo fino a lasciarsi alle spalle i suoi avversari dopo aver doppiato Soffi, riuscendo a tagliare il traguardo con venti minuti di distacco e segnando così la vittoria di giornata. Nonostante l’ottima performance, Seahawk si posiziona secondo overall mentre la costanza premia il 50 metri Silencio, oggi secondo, che con due vittorie su tre è il vincitore overall della classe Cruiser Racer. Terzo classificato di giornata e nella classifica generale il 43 metri Victoria A.
Nella classe Corinthians Spirit, il Maltese Falcon imbarcazione ammiraglia della flotta con i suoi 88 metri, conquista il vertice della classifica generale con tre vittorie su tre, sette punti davanti a Tamsen, oggi quinto ma secondo overall. Battaglia in mare per il secondo posto di giornata: Blush riesce a distaccare Spirit of C’s chiudendo al secondo posto ma restando comunque ai piedi del podio dietro Spirit of C’s, terzo overall.
Il Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo ha dichiarato: “È stata una edizione unica, le condizioni meteo caratteristiche della Costa Smeralda ci hanno concesso di rispettare il programma sportivo con tre giorni consecutivi di regate, dando la possibilità alle imbarcazioni di Perini Navi di esprimersi al meglio. Ringrazio gli amici Lamberto Tacoli ed Edoardo Tabacchi per la collaborazione virtuosa che ci ha consentito in tutte le sette edizioni, questa compresa, di poter organizzare un evento di successo, con un perfetto connubio tra spettacoli a mare e a terra. Grazie agli armatori e a tutti i velisti che si sono radunati a Porto Cervo in questi giorni e alla Giuria Internazionale, il Comitato di Regata e lo staff per il loro prezioso e insostituibile lavoro.”
“Desidero ringraziare tutti coloro che hanno preso parte a questa edizione della Perini Navi Cup – commenta Lamberto Tacoli, Presidente e Amministratore Delegato di Perini Navi – armatori, comandanti, equipaggi, partner e amici. Un ringraziamento speciale anche ai nostri Azionisti e a tutto il team di Perini che ha reso questo evento veramente unico.”
Al rientro in banchina armatori, equipaggi e ospiti hanno preso parte alla cerimonia di premiazione in Piazza Azzurra, durante la quale sono stati assegnati anche premi speciali. Aquarius si è aggiudicata il premio Rybovich “Best Refit”, mentre a Seven – ultima nata di casa Perini – e a Caoz 14 è stato consegnato il premio Samsung “Do what you can’t”. Infine Principessa VaiVia è stato il vincitore del divertentissimo cocktail contest. Gli ospiti hanno poi preso parte a una grande serata di gala presso lo Yacht Club Costa Smeralda, per celebrare con musica, artisti e spettacoli pirotecnici la grande famiglia Perini Navi.
Al termine della regata, la Piazza Azzurra ospiterà la cerimonia di premiazione, cui seguirà una cena di gala conclusiva presso la Clubhouse dello YCCS.

GRANDE INTERESSE AL SALONE NAUTICO DI GENOVA PER LE NUOVE IMBARCAZIONI BENETEAU, A MOTORE E A VELA

BENETEAU SWIFT TRAWLER 47: IL MIGLIOR MODO PER VIAGGIARE E GODERSI IL PIACERE DEL MARE. VI ASPETTIAMO FINO A MARTEDI 25 SETTEMBRE COMPRESO PER FARVI CAPIRE QUALE E’  IL MIGLIOR MODO  PER GODERE IL PIACERE DEL MARE PER IL FAMOSO CANTIERE FRANCESE
Il nuovo Beneteau Swift Trawler 47 è perfetto per andare in barca con la propria famiglia e con gli amici. Grazie a maggiore spazio, autonomia e potenza, l’ultimo membro di questa leggendaria gamma Beneteau ha l’ambizione di navigare velocemente, offrendo al tempo stesso una libertà unica e un’incredibile sensazione di spazio. Elegante e dal prezzo accessibile, ha debuttato sulla scena internazionale al Salone Nautico di Cannes. Swift Trawler 47 è la barca ideale per viaggiare in famiglia o comodamente in coppia: ha tutte le caratteristiche delle barche che percorrono lunghe distanze ed è semplice da utilizzare. Nata dalla collaborazione tra Beneteau Power e Andreani Design, è l’ultima arrivata di una gamma d’imbarcazioni che da oltre 15 anni naviga instancabilmente fiumi e mari. Ogni cosa è disegnata per semplificare la vita a bordo e per star bene in ogni momento, sia in navigazione sia quando si è ancorati.
COME A CASA  Con tre cabine e un divano letto, può offrire fino a 8 confortevoli posti letto. L’ampia cabina armatoriale è pensata come una suite, con doccia all’interno e testata indipendente. A sinistra, la cabina ospiti dispone di due letti singoli che possono essere uniti, nonché di un bagno con doccia. Infine, una terza cabina modulare a dritta è perfetta per i bambini o può essere utilizzata come ripostiglio.
Gli ampi spazi interni del ponte superiore sono realizzati con materiali di alta qualità e favoriscono i momenti di convivialità. Il teak o rovere opaco e un sapiente mix di materiali pregiati conferiscono inoltre un aspetto molto contemporaneo. Il salone si può trasformare in una cabina supplementare per gli amici che desiderano fermarsi a bordo: basta aprire il divano letto, spazioso ma sapientemente integrato. Inoltre, il salone è abbastanza ampio da permettere di non incontrare alcun ostacolo quando ci si muove tra gli elementi. Anche la cucina, con layout a L e un piano di lavoro molto grande, gioca il proprio ruolo nell’interazione a bordo: si può ad esempio cucinare mentre si parla con il resto dell’equipaggio dei momenti più memorabili della giornata. Il pozzetto, invece, è altamente modulare e può essere attrezzato con un tavolo e un’ampia panca, prolungamento ideale dello spazio abitativo interno. Lo specchio di poppa si apre su una spaziosa piattaforma, ideale per tuffarsi, per il tender e per le soste quando si è ancorati: non c’è modo migliore per godersi il piacere del mare!
Infine, dal flybridge, molto ben attrezzato, si può godere il panorama del mare in ogni momento della giornata. Con il conducente possono sedersi fino a tre persone: lo spazio è accogliente e così sicuro da rendere le lunghe distanze un vero piacere.
AUTONOMIA E SICUREZZA
Una barca a motore da crociera deve essere veramente efficiente dal punto di vista energetico. Lo Swift Trawler 47 ha già superato le eccezionali prestazioni dei modelli precedenti e il suo consumo di carburante è molto ragionevole: il suo serbatoio, infatti, ha ora una capacità di 1920 litri e il serbatoio dell’acqua contiene fino a 680 litri.
Oltre che efficiente, è anche una barca sicura: Swift Trawler 47, grazie al suo aspetto robusto, ispira una sensazione d’incredibile protezione, confermata a bordo da un piano di coperta aperto, con ampie passerelle, diversi corrimano e un più facile accesso alla barca. Il risultato è che i passeggeri si sentono a proprio agio sia durante le manovre in corso che all’ancora.
FACILE E DIVERTENTE DA GUIDARE
Nella timoneria del nuovo Swift Trawler 47 il conducente ha un’eccezionale visibilità dal sedile centrale, che può comodamente ospitare due persone. La console è fornita di due display di navigazione insieme a una telecamera a poppa, per facilitare le manovre. Disponibile dagli schermi o da un tablet collegato, Ship Control consente di accedere in modo semplice e centralizzato a molte delle operazioni dell’imbarcazione. Già facilmente manovrabile con i suoi due motori, può essere equipaggiato anche con un joystick – sul flydeck, nella timoneria o nel pozzetto – che rende le manovre un gioco da ragazzi.
Da quando è stato lanciato da Beneteau nel 2004, Swift Trawler 47 ha ispirato molte crociere a lunga distanza. Il nuovo arrivato non solo è un modello geniale, elegante e incredibilmente sicuro, ma continua anche la serie di yacht destinati all’avventura marittima e alla socializzazione a bordo. Siamo sicuri che alla vista del nuovo Swift Trawler 47, gli amanti della barca e i nuovi viaggiatori in cerca del loro modello ideale saranno tentati dall’idea fuggire da tutto per andare alla scoperta con questo yacht dall’eleganza unica.
BENETEAU  NEW OCEANIS 46.1: PRENDE FORMA UN NUOVO BEST SELLER
ANTEPRIMA EUROPEA ALLO YACHTING  FESTIVAL DI CANNES DALL’11 AL 16 SETTEMBRE E AL SALONE NAUTICO DI GENOVA DAL 20 AL 25 SETTEMBRE 2018
Un anno dopo il “fenomeno Oceanis 51.1″, BENETEAU sta ancora facendo una piccola rivoluzione in questa linea trentennale. Il nuovo Oceanis 46.1 è un superbo miglioramento del best seller Oceanis 45 che ha avuto molto successo in tutto il mondo ed è stato premiato nel 2012 con il titolo di “European Yacht of the Year” nella categoria Family Cruiser. Fedele alla reputazione delle barche Oceanis, sarà un piacere viverci a bordo, grazie a una vasta scelta di arredi. Il 46.1 vanta tutte le caratteristiche di un grande yacht senza sacrificare la velocità e la qualità dei suoi interni unici per una barca di queste dimensioni. Non è un caso che l’Oceanis 46.1 sarà presentato in anteprima in Australia, paese di velisti esperti di alto livello. Dopo Sydney ad agosto, questa barca è  presente nei principali saloni nautici europei e americani nell’autunno 2018.  Cavalcando l’onda del grande successo di questa nuova generazione di Oceanis, il 46.1 condivide con il 51.1, un raro equilibrio tra eleganza, caratteristiche intelligenti,  comfort e prestazioni.
L’Oceanis 46.1 nasce da un disegno di Finot-Conq, utilizzando lo stesso apprezzatissimo scafo con la forma a ‘tulipano’ del 51.1. Si tratta di un sviluppo determinante della linea, con una forma che si allarga a prua nell’opera morta, aumentando incredibilmente lo spazio interno senza però alterare le line d’acqua dell’opera viva e quindi le prestazioni a vela. La grande quantità di spazio sul ponte e all’interno, così come la scelta accurata degli accessori, bene si sposa con lo stile elegante che Nauta Design ha voluto per l’Oceanis 46.1.
PONTE SPAZIOSO ED EFFICENTE
Il ponte è stato pensato per godere di un pozzetto molto più grande rispetto ad altre barche sul mercato e gli spazi sono sapientemente distribuiti.
Il grande tavolo del pozzetto è stato pensato per ospitare fino a otto persone e offre rifugio anche alla zattera di salvataggio. Le manovre vengono facilitate portando tutti i wich vicino al timone, creando un ampio spazio libero su entrambi i lati della tuga vicino alla porta di accesso, dove si trovano due eleganti lettini reclinabili con porta bevande, per il sole ed il relax. All’occorrenza questi possono essere facilmente rimossi e portati a prua.
La poppa dell’Oceanis 46.1 offre anch’essa lo stesso livello di comfort e benessere. Un solo gradino separa il pozzetto dall’enorme piattaforma consentendo un facile accesso al mare.  Da apprezzare anche la griglia integrata a poppa della timoneria che permette di cucinare dalla piattaforma o dal pozzetto.
SPAZI INTERNI EXTRA
L’impressionante spazio supplementare a favore del comfort e dell’abitabilità può essere visto in tutti gli aspetti degli accessori interni. I grandi oblò dello scafo portano molta luce naturale nel cuore della barca, garantendo profondità ed eleganza negli interni e offrendo una vista mozzafiato sull’orizzonte. Gli interni possono essere personalizzati scegliendo tra rovere chiaro spazzolato o mogano e questa scelte possono essere estese a molte delle opzioni.
Lo spazio dedicato alla cabina armatoriale è degno di una barca molto più grande ed è estremamente confortevole, con un letto matrimoniale da 160 x 205 cm accessibile da entrambi i lati con bagno e doccia separati.
Nella versione a tre cabine, le due di poppa sono delle stesse dimensioni e sorprendentemente luminose grazie ad un ampio oblò a scafo e a due osterigi sulla coperta. La generosa altezza di queste cabine consente una disposizione con le testate del letto rivolte verso poppa.
Il modello Oceanis 46.1 a cinque cabine, con due differenti layout di cucina (a L o longitudinale) e un’ampia scelta di opzioni,  ha tutto ciò che le compagnie di charter possono chiedere ed è destinata a diventare uno standard nei porti turistici di tutto il mondo.
Progettato per essere accessibile e facile da usare, oltre alle gioie della vita a bordo, l’Oceanis 46.1 offre una maggiore sicurezza per tutti i tipi di equipaggio. Con le sartie diagonali verso l’interno e quelle verticali che arrivano esterne sulla falchetta, si crea molto spazio sui passavanti in coperta. Equipaggiata di serie con randa avvolgibile all’interno dell’albero e di fiocco autovirante, tutte le drizze e le scotte sono riportate a due winch, presenti su entrambe le postazioni dei timoni. Il sistema di governo con doppia pala del timone, offre un maggiore controllo nella navigazione a vela. Oltre a queste caratteristiche principali, i diversi piani di armamento e l’ampia gamma di opzioni consentono di personalizzare ogni barca,  in base alle richieste dell’armatore.
VELOCITA’ E SENSAZIONI
La versione First Line del nuovo Oceanis 46.1, che riprende la nota linea da regata Beneteau, soddisfa chi predilige la crociera veloce. Con un albero più lungo di un metro, una superficie velica aumentata del 28%, l’attrezzatura di coperta da regata Harken Performa e una bulbo di piombo allungato per ridurre lo scarroccio, questa versione garantirà sensazioni di crociera uniche. Con l’aggiunta delle ruote del timone in composito e di un bompresso per un grande spinnaker, Beneteau ha posto un attenzione maniacale ai dettagli, facendo distinguere questa barca da tutte le altre barche presenti sul mercato.
In BENETEAU, anche le barche più piccole beneficiano di un grande progresso tecnologico, e l’Oceanis 46.1 non fa eccezione prendendo il meglio del il 51.1, ad un prezzo ancora più conveniente. Dimostrandosi di facile utilizzo e conduzione, è un vero piacere navigare con lei, adattandosi un’ampia gamma di profili diversi di velista. L’Oceanis 46.1 ha lo stile e le prestazioni di una nuova generazione di barche a vela fuori dal comune e per questo è molto atteso.