• 23 Luglio 2024 04:12

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Ystad, porto più ecologico della Svezia grazie allo Shore-to-ship di ABB

È stato recentemente premiato come porto più ecocompatibile della Svezia. È Ystad, quinto scalo del paese (conta circa 3.500 partenze annuali, inclusi i servizi passeggeri giornalieri verso la Polonia e la Danimarca, le crociere estive e i trasporti merce durante tutto l’anno), ultimo a scegliere la connessione shore-to-ship di ABB che consente alle imbarcazioni di spegnere i motori durante l’ormeggio producendo tuttavia l’energia necessaria per i sistemi di bordo. Una opzione che permette la diminuzione dell’inquinamento acustico e la riduzione del 98% di emissioni di CO2.

ABB si è occupata della progettazione, dell’ingegneria, dei materiali e dell’installazione di tutta la soluzione, che immette energia proveniente dalla rete locale in una speciale sottostazione ABB dotata di potenti convertitori di frequenza. Con una potenza di 6.25 MVA, i convertitori di frequenza sono i più potenti al mondo montati su un’installazione shore-to-ship e adattano l’energia da 50 Hz (hertz), la frequenza standard Europea, a 60 Hz, la frequenza di sistema della maggior parte delle imbarcazioni. Dalla sottostazione, l’energia è convogliata tramite cavi sotterranei in alta tensione a gru a terra che connettono i cavi direttamente alle imbarcazioni.

ABB ha sviluppato la tecnologia shore-to-ship all’inizio del secolo, fornendo la prima connessione a terra al mondo per il porto di Gothenburg in Svezia nel 2000. Da allora, ha fornito soluzioni di elettrificazione per porti in Asia ed Europa, il più recente dei quali, Hoek of Holland in Olanda, è stato inaugurato lo scorso luglio.