• 19 Aprile 2024 14:57

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Porto di Napoli. Sequestro di marijuana, alimentari e cosmetici dal Senegal

Valore delle marce superiore ai 60 mila euro

 

Cinque chili di marijuana, un ingente quantitativo di prodotti cosmetici e generi alimentari privi delle previste certificazioni. Sono stati scoperti nel porto di Napoli all’interno di un container proveniente dal Senegal dai funzionari doganali del Servizio di Vigilanza Antifrode di Napoli I e dai militari della Guardia di Finanza.

Durante il controllo, grazie anche all’uso dei cani antidroga, si è riusciti a individuare le sostanze stupefacenti all’interno degli oggetti di artigianato che ufficialmente costituivano la spedizione. Se immessa sul mercato la droga avrebbe fruttato un guadagno illecito di oltre 50 mila euro.

Il controllo ha consentito inoltre di accertare la presenza di merce in contrabbando costituita da 2,6 tonnellate di cous cous, 120 litri di olio vegetale, 317 kg di sostanza alimentare per la quale sono ancora in corso analisi tese ad accertarne la composizione e 816 articoli per la cosmesi.

Nel giro di poche ore sono stati individuati e tratti in arresto due uomini di nazionalità senegalese operanti sul territorio napoletano. I due venivano denunciati all’autorità giudiziaria in concorso tra loro per i reati di traffico di sostanze stupefacenti, contrabbando aggravato e falso ideologico.

La merce sequestrata, compreso il carico di copertura costituito da artigianato locale del Senegal, ha un valore di 60.000 euro circa e i diritti doganali evasi sono stati quantificati in circa 1.400 euro.