• 22 Maggio 2024 17:34

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Culp Napoli, protesta dei lavoratori sul tetto dell’Ap

Ambrosio: “Situazione del lavoro drammatica”

 

Protesta clamorosa dei lavoratori della Culp. I dipendenti della Cooperativa, saliti sul tetto dell’edificio sede dell’Ap di Napoli, chiedono la convocazione di un tavolo con l’ente portuale e le aziende per verificare la difficile situazione lavorativa in cui versa l’azienda. Al centro delle preoccupazioni, la drammatica riduzione dei turni di lavoro, diminuiti rispetto all’anno scorso del 25%.

“Quest’anno – conferma il presidente della Culp, Massimo Ambrosio – copriremo circa 12 mila turni rispetto ai 16 mila dell’anno scorso. Nonostante il rispetto degli impegni sottoscritti negli ultimi anni, tra cui una riduzione dell’organico che ci ha portato a meno di novanta unità, non riscontriamo alcun beneficio, anche perché molte aziende rifiutano di darci lavoro”.

La Culp, da monopolista del lavoro portuale, si è trasformata nell’ultimo decennio in fornitore di lavoro temporaneo nei settori container, cabotaggio e crocieristico in un percorso non senza tensioni con le aziende dello scalo.

“Sono più di due anni che attendiamo risposte – conclude Ambrosio – protesteremo ad oltranza fino a quando non sarà presa in considerazione la nostra situazione”.