• 21 Aprile 2024 03:36

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Napoli, protesta degli operai all’Autorità portuale. “Ci avete truffato”

In bilico sui balconi dell’edificio contro “Marina di Vigliena”

 

Protesta clamorosa degli operai dei cantieri dell’area ex Corradini nel porto di Napoli. Un uomo è rimasto aggrappato per circa quattro ore all’esterno di uno dei balconi dell’Autorità portuale, al primo piano dell’edificio di Piazzale Pisacane.

Spalleggiato da un gruppetto di colleghi, dopo aver fatto irruzione nella sede, il disoccupato, sporgendo pericolosamente sul vuoto, ha cominciato ad inveire contro il Marina di Vigliena, il porto turistico che dovrebbe sorgere nella zona Est di Napoli, al grido: “Ci avete truffati, siamo senza lavoro”.

I protagonisti della contestazione, sollecitando un incontro il sindaco De Magistris, hanno denunciato il non rispetto degli accordi, seguiti all’inizio dei lavori sullo scalo di Porto Fiorito, che prevedevano il riassorbimento della manodopera degli ex cantieri della zona.

Agitando un mazzetto di bollette, l’uomo in bilico, minacciando di buttarsi sotto, ha spiegato le motivazione del suo gesto. “Ci manca il lavoro da tre anni e vivo solo grazie all’aiuto della Chiesa”.

Sul posto sono giunti le forze di Polizia e i Vigili del Fuoco. La protesta è rientrata solo grazie all’intervento del capo gabinetto del Comune di Napoli Attilio Auricchio che si è impegnato ad aprire un tavolo di discussione sulla vicenda.

 

  

 

 

I commenti sono chiusi.