• 17 Giugno 2024 02:37

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Mediterraneo. Ciaccia partecipa alla Conferenza GTMO 5+5 ad Algeri

“Attenzione forte a sponda Sud Mediterraneo e Medio Oriente”

 

Il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Mario Ciaccia, ha partecipato ad Algeri alla 7ª Conferenza dei Ministri dei Trasporti del GTMO 5+5, composto dai Paesi sia del versante settentrionale del Mar Mediterraneo (Italia, Francia, Malta, Portogallo e Spagna) che del versante meridionale (Algeria, Libia, Marocco, Mauritania e Tunisia).

L’obiettivo principale del GTMO è quello di costituire un quadro di concertazione e di cooperazione per lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti, della logistica e della formazione nella regione del Mediterraneo Occidentale.

“Per l’Italia – ha dichiarato Ciaccia – il GTMO rappresenta uno strumento cruciale per il rafforzamento concreto del dialogo e della cooperazione  tra le due sponde del Mediterraneo. Da qui l’importanza  essenziale di un sistema di trasporti basato su un insieme di infrastrutture che, guardando alla revisione delle reti Transeuropee di trasporto richiesta da parte italiana e realizzata dalla Commissione europea, costituisce una opportunità di collaborazione multilaterale e di sviluppo per i Paesi del Mediterraneo”.  

Con la riunione odierna l’Italia, che ha presieduto il GTMO dal maggio del 2009 fino ad oggi, ha passato all’Algeria il testimone della presidenza del Gruppo per il periodo 2012-2014.
A margine della Conferenza il vice ministro Ciaccia ha avuto anche incontri bilaterali con i ministri dei Trasporti e dei Lavori Pubblici dell’Algeria, con i Ministri dei Trasporti della Tunisia e del Marocco e ha avuto un colloquio con il ministro dei Trasporti della Libia. Ciaccia ha confermato l’impegno dell’Italia a contribuire allo sviluppo di questi Paesi coinvolgendo quelle aziende italiane che sono eccellenza nel settore delle infrastrutture e dei trasporti. A tal proposito il vice ministro Ciaccia ha incontrato presso l’Ambasciata italiana ad Algeri i rappresentanti delle aziende italiane già presenti in Algeria, alle quali ha ribadito il sostegno  del governo allo sviluppo dell’intera area del Maghreb.