• 16 Luglio 2024 15:23

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

L’Ue adotta una nuova agenda marittima

Massimo supporto per la “crescita blu”

 

Un’agenda europea per la creazione di crescita e occupazione nei settori marino e marittimo. È l’idea lanciata da Limassol (Cipro) dal presidente della Commissione europea  Manuel Barroso e Maria Damanaki, commissario agli affari marittimi a cinque anni dall’avvio della politica marittima integrata dell’Unione.

“I mari e gli oceani – ha spiegato Barroso – possono svolgere un ruolo determinante nella ripresa economica dell’Europa. Il messaggio trasmesso dalla dichiarazione odierna è chiaro: dobbiamo sfruttare il potenziale offerto dall’economia blu dell’Europa”.

Come evidenziato dalla Commissione l’agenda si concentra su settori marittimi promettenti che presentano un forte potenziale per la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro, ossia in particolare l’energia marina rinnovabile, l’acquacoltura, la biotecnologia blu, il turismo costiero e l’estrazione di minerali marini.

I ministri hanno inoltre invitato gli Stati membri e le istituzioni europee a creare condizioni adeguate che consentano all’economia blu di garantire il sostegno alla ricerca e alla conoscenza dell’ambiente marino, la formazione nel settore marittimo, una cooperazione efficiente sotto il profilo dei costi in materia di sorveglianza marittima, una maggiore capacità di pianificazione dello spazio marittimo nonché l’ulteriore attuazione della direttiva quadro sulla strategia per l’ambiente marino.