• 22 Maggio 2024 16:19

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

La Liguria punta a diventare il primo sistema crocieristico italiano

Genova e Savona si consolidano. Per La Spezia presenta nuovo accosto

 

“Con i progetti in corso, gli investimenti dei porti e le integrazioni di sistema, la Liguria può aspirare a diventare in pochi anni il primo sistema crocieristico italiano. Guardiamo con serenità al futuro”. Lo ha detto il presidente di Ligurian Ports Luigi Merlo commentando la presenza di Ligurian Ports al Seatrade di Miami. “Per quel che riguarda Genova – ha proseguito Merlo – siamo orgogliosi che la nostra città divenga sempre più non solo hub portuale ma anche una delle capitali direzionali e dei servizi del settore crocieristico. La nuova sede di MSC Crociere che sta avanzando speditamente, l’arrivo di altre due navi sono la testimonianza di una scommessa vinta nel rapporto con questa importantissima compagnia armatoriale con cui c’é grande comunità di intenti che intendiamo ulteriormente rafforzare. Fondamentali da questo punto di vista gli investimenti fatti da Autorità Portuale e quelli in corso a Ponte dei Mille e a Ponte Doria che fanno della Stazione Marittima genovese una delle più belle e competitive stazioni marittime al mondo. Positiva inoltre la crescente presenza di Royal Caribbean nel nostro scalo, in attesa di poter rafforzare ulteriormente l’offerta con il progetto di Ponte Parodi che è in corso di realizzazione, l’imminente bando per il recupero dell’edificio Hennebique. Da questo punto di vista l’azione di forte rilancio dell’aeroporto con l’incremento delle rotte e il percorso di cessione delle quote può rappresentare per il settore crocieristico un importante valore aggiunto”.

Presenti all’appuntamento americano anche i presidenti delle Autorità portuali di La Spezia e Savona. “Ho incontrato – ha spiegato Lorenzo Forcieri – alcuni rappresentanti delle maggiori compagnie di crociera internazionali rilevando, tra l’altro, una significativa conferma dell’interesse di Royal Caribbean verso i progetti del porto spezzino: waterfront, molo e stazione crocieristica. Con soddisfazione è stata accolta dal settore la disponibilità per il 2013 di un nuovo accosto per le navi  passeggeri all’interno del porto mercantile. Pur nelle difficoltà attuali,  l’economia del mare si conferma quindi la risorsa principale per la nostra regione”. 

Sostegno a Savona, in seguito all’incidente della Concordia, da parte di Howard Frank, che oltre ad essere il vicepresidente e responsabile operativo del gruppo Carnival, numero uno delle compagnie di crociera nel mondo, è anche presidente di Clia, l’associazione internazionale delle compagnie di crociera. “Frank, in particolare, ha ribadito il pieno sostegno a Costa Crociere e ai suoi programmi di investimento, presentandosi alla conference con il distintivo Costa all’occhiello della giacca”, ha ribadito Rino Canavese.