• 25 Giugno 2024 07:01

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Golfo di Napoli. Acap sospende le attività dall’8 marzo

Ancora sul tappeto la questione IVA

 

Le compagnie di navigazione che effettuano servizi di trasporto pubblico nel golfo di Napoli, Alilauro, Navigazione Libera del Golfo, Medmar, Snav, Alilauro Gruson Spa, Giuffrè Lauro, Pozzuoli Ferries hanno comunicato che a decorrere dall’8 marzo saranno sospese tutte le attività fatta eccezione dei collegamenti “assolutamente essenziali” nelle fasce orarie protette.

In una nota firmata dal Presidente ACAP Emanuele D’Abundo e dal Direttore Salvatore Ravenna, si ricorda come “per effetto della L.N. 217 del 15/12/2011 l’acquisto di carburanti e di beni destinato alle navi adibite al servizio potrebbe essere soggetto ad un’IVA dal giorno 15/01/2012, e l’imposizione dell’IVA aumenterebbe i costi del servizio del 21%”.

Una questione di interpretazione, legato al fatto se l’IVA sia dovuta o meno, di cui è stato investito lo stesso ministero dell’Economia. “Nonostante il fattivo interessamento dell’Assessore Regionale ai Trasporti Sergio Vetrella – ricorda la nota – che sta sollecitando il Governo ad una risoluzione del problema, al momento le compagnie si trovano nella condizione di dover ridurre/cessare l’attività per evitare di incorrere in sanzioni penali (evasione IVA) e nel disastro finanziario”. Dal 30 marzo“in assenza di interventi risolutivi della problematica le compagnie di navigazione aderenti all’ACAP non saranno più in condizioni economiche di garantire i servizi”.