• 24 Maggio 2024 12:06

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Costa Crociere raddoppierà la presenza sul mercato asiatico

La compagnia incoraggiata dai risultati positivi registrati

Si chiamerà “Italy at Sea” l’offerta di Costa Crociere per il mercato asiatico. La compagnia, prima società internazionale ad entrare nel mercato cinese (350 mila ospiti in sei anni), ha deciso di raddoppiare dal 2013 la sua presenza nell’area, affiancando alla Costa Classica (1.766 passeggeri) anche Costa Victoria (2.394 passeggeri) per una capacità complessiva giornaliera di oltre 5mila ospiti.

“Dal 2006, quando Costa ha iniziato a proporre crociere in Asia, abbiamo ulteriormente rafforzato e personalizzato il nostro prodotto sulla base delle esigenze e dei desideri della nostra clientela locale – commenta Pier Luigi Foschi, Presidente e Amministratore Delegato di Costa Crociere S.p.A. – I risultati soddisfacenti ottenuti sinora ci hanno incoraggiato a incrementare ancora la nostra presenza in Asia. Costa Atlantica e Costa Victoria porteranno anche in Asia un pezzo di “Italia sul mare ”, come Costa ha già fatto con successo in molti altri Paesi durante i suoi 64 anni di storia”.

Il doppio posizionamento di Costa Atlantica e Costa Victoria sarà supportato in Cina dalla WOFE di Costa Crociere. Da novembre 2011 Costa infatti ha costituito la prima società di completa proprietà estera (WOFE – wholly-owned foreign enterprise) del settore crociere in Cina. La società ha sede a Shanghai e offre servizi finanziari e commerciali alle agenzie di viaggi locali e ai passeggeri, quali attività di marketing, biglietteria e incassi.

Varia la scelta di itinerari che includono città come Singapore, Shanghai, Tianjin e Hong Kong.

I commenti sono chiusi.