• 19 Aprile 2024 13:48

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Carnival assegna a Fincantieri una commessa da 155 milioni

 Il gruppo Usa ha investito in Italia 25 miliardi dal 1990

 

Carnival Cruise Lines ha annunciato oggi di aver assegnato a Fincantieri una nuova commessa per lavori di restyling, da realizzare a inizio 2013, sulla nave Carnival Destiny, con un investimento del valore di 155 milioni di dollari. La ristrutturazione, la più imponente mai effettuata su una nave della flotta Carnival Cruise Lines, sarà così ampia ed estesa da portare alla creazione di una nave completamente nuova, che si chiamerà Carnival Sunshine. Non è stato ancora deciso il cantiere in cui verranno eseguiti i lavori, che dureranno 49 giorni, dal febbraio all’aprile 2013.

Grazie a questa nuova commessa assegnata ad un cantiere italiano, Carnival Corporation & plc, il più grande gruppo crocieristico del mondo, porta a oltre 25 miliardi di euro la cifra totale degli investimenti effettuati in Italia dal 1990 ad oggi, per la costruzione di 64 navi, oltre che per l’ammodernamento di altre navi, appartenenti ai marchi Costa Crociere, Carnival Cruise Lines, Princess Cruises, Holland America Line, P&O Cruises, Cunard, Seabourn, P&O Cruises Australia, Iberocruceros.  

Una parte consistente di questa ricchezza portata da Carnival in Italia, proviene dal marchio italiano Costa Crociere, con 5,8 miliardi di euro investiti, circa il 23% della cifra totale spesa dall’intera Carnival Corporation & plc in Italia.

 “Siamo enormemente soddisfatti di questa nuova importante commessa – ha commentato Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri – che conferma la nostra intuizione di potenziare le attività nel comparto del refitting e del refurbishment, in continua espansione. “Destiny”, da noi costruita, è stata la capostipite di ben 20 navi che abbiamo sviluppato e realizzato in seguito. E’ quindi per noi motivo di orgoglio essere stati prescelti ancora una volta dagli amici di Carnival che, anche attraverso Costa Crociere, continuano a scommettere su Fincantieri e sull’Italia, consolidando così uno storico rapporto di partnership, che non si è mai interrotto e che siamo sicuri continuerà anche in futuro. Carnival e Costa, infatti, restano per noi e per il sistema-Paese degli investitori eccezionali e irrinunciabili. Voglio ricordare che il gruppo Carnival ha investito in Italia oltre 25 miliardi di euro, di cui oltre la metà negli ultimi dieci anni, ordinando navi a Fincantieri per tutti i suoi brand, e consentendo non solo a Fincantieri di divenire leader mondiale nel settore, ma di alimentare una forza lavoro che tra diretti e indotto ha raggiunto oltre 30mila persone, contribuendo inoltre alla nascita e allo sviluppo di migliaia di piccole e medie imprese altamente specializzate e qualificate che costituiscono l’indispensabile tessuto connettivo nei territori dove sono ubicati i siti della Fincantieri”