• 22 Maggio 2024 16:28

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Tirrenia, in vendita la collezione d’arte

Ultimo atto della privatizzazione, oltre 120 opera all’incanto

Fu il progettista triestino Gustavo Pulitzer, tra i più geniali interpreti dell’arredamento navale, a volere fortemente a bordo della Esperia, nel 1948, “La Grande Composizione (figurazioni allusive alla vita sul mare)”, dipinto a olio, eccezionale per qualità e dimensioni (264×351), vera e propria rarità per l’opera del grande Mario Sironi.

Un’opera che ha dato lustro alla collezione d’arte di Tirrenia, la raccolta,  che comprende capolavori dell’arte moderna italiana così come dipinti di eccezionale fattura del XVII – XVIII secolo, messa insieme nel corso degli anni dalla società di navigazione.

Un patrimonio culturale, frutto del lavoro di uomini come Pulitzer, o eredità provenienti dalle navi che man mano venivano acquisite dalla società di Stato, che sarà venduto all’incanto il prossimo 24 novembre.

Si tratta, in particolare, di circa 120 opere che comprendono, oltre a Sironi, Alberto Savinio, Antonio Corpora, Maccari, Cassinari, Santomaso, Gentilini, Fiume, Tamburi.

Tra i dipinti antichi di eccezionale rilevanza vanno segnalati: ”La tempesta in mare” di Leonardo Coccorante (cm 134×96, olio su tela) e la ”Burrasca in mare” di Marco Ricci (cm 167,5×150,5, olio su tela). Entrambe opere di fine ‘600 con tematica simile, ma connotate di quelle caratteristiche pittoriche che rendono unico il percorso artistico diverso (Napoletano del primo e Veneziano del secondo) dei due Grandi Maestri.

L’intera collezione – la valutazione delle sole opere maggiori supera il milione di euro –  sarà visitabile dal 16 novembre 2012 tutti i giorni nella sede del Palazzo della Tirrenia, Rione Sirignano, 2 – Napoli.

Per informazioni: 081-2395261 o info@blindarte.com

I commenti sono chiusi.