• 3 Marzo 2024 19:23

De Luca e Annunziata confermano l’interesse di Comune e Ap

 

L’obiettivo è mettere Salerno al centro di un distretto turistico di livello mondiale offrendo, sul lato mare, servizi e infrastrutture sempre più efficienti. Da qui a ipotizzare la costruzione di un secondo molo per il porto, in grado di poter rispondere al crescente interesse da parte delle compagnie crocieristiche, il passo è breve.

Se ne è parlato nel corso di una conferenza stampa presso il Palazzo di Città del Comune di Salerno con il sindaco De Luca, il Presidente dell’Autorità portuale, Andrea Annunziata e il vice Presidente Commercial Development Royal Carribean John Tercek.

“L’interesse della Royal Carribean, la seconda compagnia crocieristica del Mondo, conferma – ha spiegato il sindaco – la linea di crescita di una città che punta all’economia del mare quale asse centrale di sviluppo e che mira a divenire la capitale di un distretto turistico di rilievo mondiale con a pochi chilometri la Costa d’Amalfi, Paestum, Pompei”.

Nel confermare “il comune impegno per lo sviluppo del turismo crocieristico in città”, De Luca ha sottolineato come la sicurezza rappresenti uno dei motivi principali “che spingono grandi imprenditori a investire nella nostra realtà”.

“Intanto – ha aggiunto – lavoriamo per rendere il nostro porto sempre più in grado di accogliere un turismo crocieristico di massa. Stiamo riflettendo, di concerto con l’Autorità Portuale, in merito alla possibilità di intervenire sul piano urbanistico per la creazione di un nuovo molo. Lavoriamo anche nella direzione di un pieno coinvolgimento delle compagnie nella gestione imprenditoriale delle infrastrutture, in particolare della Stazione Marittima, che immaginiamo gestita per garantire il massimo delle efficienza e della funzionalità”.

Quest’anno Royal Carribean effettuerà 29 scali a Salerno, per un volume complessivo di circa 56.000 passeggeri e 25.000 membri dell’equipaggio, che sosteranno in città per ben 12 ore. “Da anni Salerno svolge un ruolo di primaria importanza nella programmazione del gruppo Royal Caribbean – ha spiega John Tercek – nel 2012 Serenade of the Seas farà scalo 15 volte per un totale di oltre 37.000 passeggeri movimentati e nel 2013 questo numero salirà a 17 scali. Royal Caribbean – ha sottolineato – è l’unica compagnia di crociera che ha investito nella società che gestisce il traffico crocieristico di Salerno – la Salerno Cruises S.r.l. – partecipando con il 30%”.

Stando alle rilevazioni del 2011, per ogni scalo effettuato il beneficio in termini economici è in media di 50.000 euro: un rapido calcolo permette di comprendere che l’intera stagione porterà un beneficio complessivo di circa 1.5000.000 euro.

 “Il Porto di Salerno – ha dichiarato il Presidente dell’Autorità Portuale Andrea Annunziata – ha conquistato un ruolo centrale per il movimento delle merci, dei passeggeri e delle navi da crociera. In sintonia con gli enti di governo del territorio abbiamo ottenuto risultati importanti grazie agli investimenti per la sicurezza e l’efficienza operativa del nostro scalo apprezzati da tutti gli operatori turistici e mercantili. Con il Comune di Salerno puntiamo al costante sviluppo del polo crocieristico di Salerno che può diventare sempre più importante e strategico nei prossimi anni”.