• 22 Maggio 2024 15:52

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

A Venezia il summit mondiale del cold ironing

 

Si terrà a Venezia (26 aprile, Venezia Terminal Passeggeri), la conferenza mondiale sul cold ironing, sistema di alimentazione elettrica delle navi in banchina che consente di spegnere i motori ausiliari delle navi attraccate, eliminando le emissioni. Una alternativa energetica che permette dunque alle navi ferme di ricevere la corrente da terra senza dover tenere accesi i motori per alimentare i generatori di bordo e di sfruttare il calore generato dall’impianto a terra per riscaldare o raffreddare le strutture dei terminal del porto o addirittura la città nelle vicinanze al porto, con una notevole riduzione dell’inquinamento.

All’incontro, organizzato dall’European Cruise Council e Venezia Terminal Passeggeri i massimi esperti internazionali illustreranno a rappresentanti istituzionali, fornitori di attrezzature ed operatori le novità del settore e le procedure per implementare questi sistemi energetici eco friendly.

Nella sessione di apertura verrà presentato dalla compagnia  Princess Cruises e dal porto di Vancouver la loro esperienza sulla costa occidentale del Nord America, con un primo bilancio dopo l’installazione della nuova tecnologia. Bent Olof Jansson di Copenaghen Malmö Port parlerà della ricerca e delle valutazioni che lo scalo nordico ha fatto nel valutare il costo e l’efficacia di installazione di alimentazione da terra per le navi da crociera. Francesco Balbi di MSC Crociere discuterà sull’atteggiamento dei membri dell’ECC riguardo l’attivazione del cold ironing nei porti europei. Dopo una serie di presentazioni tecniche di aziende produttrici di tecnologie, spazio ad una delle questioni di più scottante attualità, ovvero la disponibilità di energia sicura e del relativo costo. Malina Kolenshanska della Commissione europea, esporrà gli aspetti fiscali del cold ironing per l’utilizzo da parte delle navi da crociera.   Ci saranno anche presentazioni da parte dell’industria energetica per fornire una panoramica di come si guarda a  questo prodotto non solo  come ad una sfida, ma soprattutto ad  un’opportunità.  Nel corso dell’incontro inoltre il Porto di Venezia illustrerà ai congressisti stato dell’arte e prospettive future del cold ironing per lo scalo lagunare.

Nel Porto di Venezia oggi, tramite un accordo fra Autorità Portuale e ENEL sottoscritto nel febbraio 2010, si prevede la realizzazione di un sistema in grado di alimentare 4 navi contemporaneamente. Un’opera che si inserisce nella strategia adottata da tempo e volta a rendere il traffico  marittimo sempre più compatibile con il delicato ambiente naturale e storico in cui opera.