• 24 Maggio 2024 12:31

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Porto di Savona. Approvato il piano di coordinamento per le emergenze in mare

Assicurare risposte tempestive dopo l’incidente della Concordia

 

Approvato il piano provinciale di coordinamento operativo delle “emergenze determinate da incidenti in mare” per il porto di Savona.

Il documento si prefigge di realizzare sinergie operative tra Capitaneria di Porto, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Servizio 118 ed altri organismi di protezione civile, “per la gestione delle macro-emergenze, che possono verificarsi in mare e ripercuotersi anche sulla terraferma, in modo da assicurare più efficienti condizioni di soccorso e di adeguata assistenza ad un rilevante numero di persone e/o di naufraghi”.

L’esigenza di pianificazione, spiega la Prefettura della città ligure, “è sorta a seguito delle drammatiche vicende della nave Costa Concordia, diretta a Savona, che se da un lato hanno visto l’encomiabile impegno di tutte le componenti del sistema di protezione Civile, che sono riuscite nel difficile compito di assistere i numerosi naufraghi, dall’altro hanno evidenziato la necessità che le attività di soccorso ed assistenza, sulla terraferma, si svolgano sulla base di indirizzi operativi preventivamente concordati e pianificati”.

Obiettivo dell’accordo la standardizzazione delle procedure, delle metodologie, il continuo scambio di informazioni tra tutti i soggetti e, in particolare, il coordinamento con le altre pianificazioni già esistenti predisposte dalle autorità competenti.