• 1 Marzo 2024 00:58

Palermo, Fincantieri. Botta e risposta Orlando – Venturi

DiVincenzo Bustelli

Giu 5, 2012

Il sindaco sollecita la Regione sui bacini in riparazione. L’assessore precisa

 

Il neo sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha sollecitato la Regione Sicilia affinchè si proceda al più presto all’assegnazione e all’avvio dei lavori di ristrutturazione dei bacini galleggianti da 19 mila e 52 mila tonnellate, attualmente non nella disponibilità di Fincantieri.

“Si tratta – ha ricordato Orlando – di interventi indispensabili per il rilancio produttivo dei Cantieri e per affermarne la competitività sul piano nazionale ed internazionale”.

“Nel giugno 2010 – ha replicato l’assessore alle Attività produttive, Marco Venturi, direttamente chiamato in causa – abbiamo firmato un  protocollo con Fincantieri e da allora in  poi la Regione non ha perso un solo giorno. Abbiamo fatto i bandi  ed espletato tutte le procedure a norma di legge: ci si è mossi  nel rispetto delle norme. Non ci sono intoppi o rallentamenti, ma  rispetto dei passaggi e dei tempi previsti”.

Nel sottolineare come per i cantieri navali la Regione abbia stanziato 60 milioni di euro, l’assessore ha ricapitolato la situazione relativa alla situazione delle due infrastrutture.

“Per il bacino di carenaggio da 52 mila tonnellate – ha spiegato – siamo in presenza di una aggiudicazione provvisoria con riserva a Fincantieri e con una richiesta documentale, mentre per quello da 19 mila siamo in presenza di un’opposizione al Cga da parte di Fincantieri di fronte all’aggiudicazione dei lavori ad una ditta concorrente. La legalità e il rispetto delle regole sono punti fermi su cui non ci possono essere, e non ci sono, scontri e divergenze di pareri”.