• 22 Maggio 2024 16:50

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Oceano Indiano, vittime e dispersi al largo della Mayotte

Sono 6 le vittime confermate per annegamento e 10 le persone ancora disperse a causa del ribaltamento di una piccola imbarcazione con 24 persone a bordo, avvenuto nelle prime ore di ieri al largo del territorio francese di Mayotte nell’Oceano Indiano. Si tratta della seconda tragedia di questo tipo in un mese, che porta a 69 il numero delle persone morte o disperse quest’anno in simili incidenti al largo di Mayotte. L’episodio porta nuovamente alla luce i rischi che queste persone disperate corrono per fuggire da miseria, guerre e persecuzioni. Come il Mediterraneo e il Golfo di Aden, i mari che circondano Mayotte sono teatro di spostamenti irregolari di migranti e rifugiati in cerca di una vita migliore o di protezione da guerre e persecuzioni. Da decenni, vengono utilizzate piccole imbarcazioni aperte – chiamate kwassa-kwassa – per navigare dall’Unione delle Comore al più prospero territorio francese di Mayotte. La maggior parte di tali viaggi avviene senza la necessaria documentazione e comporta notevoli rischi per le persone che li intraprendono.