• 23 Febbraio 2024 07:34

Gruppo Ferretti, incontro al Ministero dello Sviluppo Economico

Passera incontra i vertici di Weichai Group

 

E’ la più importante operazione industriale della Cina sul mercato europeo: 400 milioni di euro che rafforzano il settore della cantieristica in Italia e sviluppano nuove produzioni a livello internazionale. Così è stata illustrata l’acquisizione del Gruppo Ferretti da parte del Gruppo industriale Weichai, impresa della provincia dello Shandong leader a livello mondiale nella produzione di motori e autoveicoli pesanti.

La presentazione della strategia del Gruppo asiatico si è svolta al Ministero dello Sviluppo economico nel corso di un incontro cui hanno preso parte il Ministro Corrado Passera, il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e l’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia Ding Wei.

“L’operazione del Gruppo Weichai – ha sottolineato il presidente Spacca – è il segno concreto delle relazioni ormai consolidate tra Italia e Cina che vedono le Marche in una posizione d’avanguardia. Relazioni che si concretizzano non solo con gli investimenti delle imprese marchigiane nel far east, ma anche con investimenti cinesi nel nostro territorio che riguardano l’economia reale e non strategie finanziarie. Si comprende sempre di più che per uscire dalla crisi occorre sviluppare collaborazioni di livello internazionale e che nessuna economia è al riparo dalle difficoltà: la linea maestra è quella dell’integrazione su progetti di qualità che riguardano l’economia reale che passa attraverso solide collaborazioni economiche”.

L’incontro al Ministero dello Sviluppo economico è servito per approfondire il progetto del gruppo cinese le cui prospettive, specie nei mercati emergenti del Pacifico e del Sud America, sono state definite molto interessanti. Di grande importanza le rassicurazioni del presidente Xuguang circa il mantenimento sia della produzione che dei livelli occupazionali attuali in Italia e lo sviluppo di ulteriori produzioni in Cina specifiche per il mercato asiatico. Uno dei punti fermi dell’accordo tra Weichai e Ferretti è stato non a caso il mantenimento del brand e della produzione in Italia.