• 22 Maggio 2024 16:43

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Caldoro. 500 milioni per i porti di Napoli e Salerno

Investimenti anche per la tutela delle acque, recuperati 32 Km di costa

Passa dai porti, dal mare e dalla sua tutela il rilancio della Regione Campania. Ne è convinto il governatore Caldoro, protagonista sul suo sito di una campagna di informazione volta a evidenziare l’impegno di Palazzo Santa Lucia in materia.

La portualità, la logistica, l’intermodalità. È questo il filo conduttore di un video in cui Caldoro sottolinea come l’attività portuale rappresenti la prima azienda in Campania, “il più grande datore di lavoro”, con più di 350 piccole e medie imprese.

“Tutto – spiega – l’abbiamo voluto tradurre in cifre e abbiamo investito, come Regione Campania, 500 milioni di euro per permettere lo sviluppo di un nostro grande asset. Questo è straordinario dal punto di vista dello sviluppo per il futuro. Significa tanto nuovo lavoro, economia, ricchezza. Migliaia di posti di lavoro in più”.

Stesso discorso per la risorsa mare. “Puntiamo sul mare e sull’ambiente – continua Caldoro – dal punto di vista della tutela ma anche dello sviluppo, dell’economia. Abbiamo varato il più grande progetto di tutela ambientale, più di 300 milioni di euro per tutelare l’ ambiente e restituire al mare le sue grandi potenzialità dal punto di vista anche economico. 250 milioni di euro sono stati destinati solamente alla depurazione. Abbiamo già fatto i primi interventi, recuperando quest’anno 32 km di costa per la balneazione. Il mare è un grande investimento. È tutela ed ambiente, è sviluppo economico, integrazione e cultura”.