• 24 Maggio 2024 12:31

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Bruxelles, procedura competitiva per i contratti di servizio delle compagnie regionali

Italia invitata ad attenersi alla normativa europea. Nel mirino Caremar e Siremar

 

Nel Golfo di Napoli è necessaria una gara per l’assegnazione del servizio pubblico di collegamento per le isole. È quanto chiesto dalla Commissione europea all’Italia, pena il deferimento alla Corte di Giustizia, in un invito a rispettare la normativa comunitaria in materia di appalti pubblici di servizio.

Nel mirino di Bruxelles, la proroga automatica dei contratti scaduti nel 2008 alle compagnie di navigazione regionali in Campania, Lazio e Sardegna che, in mancanza di procedure di gare, creano discriminazione con gli altri armatori europei.

Ai sensi del regolamento che ha liberalizzato il cabotaggio, spiega la Commissione, è necessaria la “procedura competitiva” mentre le autorità italiane “hanno deciso di unire le offerte per i contratti di servizio pubblico con la privatizzazione delle società appartenenti al Gruppo ex Tirrenia”.

La situazione, che “impedisce  ad altre compagnie di navigazione europee di fornire un servizio e agli utenti di beneficiare di miglioramenti”, sarebbe particolarmente critica a Napoli dove sono presenti “diversi operatori in grado di competere con Caremar”.

Nel corso di una riunione con i sindacati la settimana scorsa, l’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella, ha confermato che la gara si terrà ad ottobre.