• 21 Aprile 2024 04:28

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Ecobonus, l’Europa prende ancora tempo

Risposta di Almunia ad un’interrogazione della Serracchiani: “notifica incompleta”

 

La Commissione europea adotterà una decisione sull’autorizzazione all’erogazione dell’ecobonus  “una volta che tutte le informazioni necessarie saranno pervenute”. È la risposta del Commissario europeo alla Concorrenza Joaquin Almunia a un’interrogazione parlamentare presentata dal parlamentare PD Deborah Serracchiani.

“La Commissione – precisa Almunia – sta valutando la conformità della notifica formale, presentata dalle autorità italiane, con la normativa vigente sugli aiuti di Stato.  Tuttavia, la notifica del regime Ecobonus è considerata ancora incompleta. L’ultima richiesta di informazioni supplementari è stata inviata alle autorità italiane il 16 maggio 2012”.

Nella sua richiesta la Serracchiani, oltre allo sblocco per gli incentivi 2010-11 (stanziati dal governo Berlusconi senza richiesta di approvazione a Bruxelles), esortava la Commissione a prorogare il regime favorevole alle imprese di autotrasporto che scelgono le autostrade del mare, al 2012 e agli anni successivi”.

“Allo stato attuale – sottolinea l’europarlamentare – i mezzi  pesanti che utilizzano abitualmente le cosiddette “Autostrade del Mare” sono  circa 1.500.000 l’anno. In tali condizioni le navi delle Autostrade del Mare  possono contare su una capacità di riempimento di stiva che si attesta  intorno al 50%. Un ulteriore aumento pari al 50% è pertanto ottenibile senza  aggiuntivi costi economici, sociali ed ambientali. Proprio le normative sui tempi di guida e riposo e sugli orari di lavoro  particolarmente stringenti per l’Italia – continua –  possono avere un impatto più  accettabile se vengono incrementate le quote dei mezzi merci viaggianti su  navi”.

I commenti sono chiusi.