Savona, progetti privati per circa 10 milioni di euro

savona porto

Il Comitato portuale di Savona ha deliberato il via libera per le procedure relative a due progetti infrastrutturali nel bacino portuale. Il primo riguarda la realizzazione di un fabbricato di tre piani adiacente l’esistente Multipiano in concessione alla Savona Terminal Auto Srl che movimenta autoveicoli e rotabili.  Il secondo progetto è stato presentato dalla Savona Terminals Spa del gruppo Campostano e prevede la costruzione di un nuovo capannone di 3.800 metri quadrati presso la zona 32, lungo la Darsena Alti Fondali, dove è in funzione il terminal per le merci forestali MLM.  Approvata anche anche la richiesta di Colacem Spa del rilascio della concessione ventennale per la gestione nel bacino di Savona del terminal situato presso il Molo Boselli che, oltre a cereali, farine e similari, e a prodotti cementizi amplierà la propria attività con un traffico di allumina dopo alcuni investimenti per adeguare gli impianti. Semaforo verde anche per la richiesta avanzata dal Consorzio Savona Crociere di poter disporre di una porzione di area demaniale marittima, nella prosecuzione della banchina di attracco delle navi Costa, per installare un gazebo dedicato ad accogliere i crocieristi utenti del “trenino turistico” messo a disposizione per le visite a Savona e Albisola. L’impegno economico degli operatori savonesi arriva a circa 10 milioni di euro.  “L’impegno finanziario – spiega il presidente dell’Autorità Portuale, Gian Luigi Miazza – è diretto e con prospettive che traguardano il medio e lungo periodo. Fattore questo che dimostra le potenzialità di sviluppo del nostro scalo e quanto credano gli imprenditori portuali in una continua crescita del porto”.