GNV: RINA CERTIFICA L’ABBATTIMENTO DI CO2 SULLE AUTOSTRADE DEL MARE

gnv-1

Il RINA certifica i dati della Compagnia, che registra -70% di emissioni di COsulla linea Genova-Palermo

Genova, 7 giugno 2018 – GNV ha ricevuto dal RINA la certificazione sullo studio “Validation of CO2 Index Calculation” condotto dalla Compagnia sulle linee Genova-Palermo e Napoli-Palermo: sulla base dei calcoli presentati da GNV, infatti, le due unità che operano questa linee – rispettivamente la nave “La Superba” e la nave “GNV Cristal” – hanno registrato un significativo abbattimento dell’emissione di CO2  emessa nell’ambiente, grazie ai mezzi commerciali imbarcati nel 2017 a bordo dei traghetti della Compagnia, in alternativa alla stessa tratta stradale, influendo positivamente sulla rete autostradale italiana, oltre che sull’impatto ambientale complessivo.

Il RINA ha convalidato le analisi presentate nello studio effettuato, che evidenzia come risulti molto conveniente, in termini di risparmio di emissioni di CO2, traportare il carico pesante via mare anziché via terra.

La nave “La Superba”, attraverso l’analisi del trasportato relativo ai mezzi pesanti accompagnati, ha di fatto portato ad un risparmio di emissioni di CO2 nell’ambiente, per singolo mezzo, pari a 793 Kg sulla tratta Genova-Palermo, che si attesta a 788 Kg in riferimento alla tratta Palermo-Genova; tali valori salgono ulteriormente se si prende in considerazione il trasporto di mezzi pesanti non accompagnati, che hanno registrato un risparmio di emissioni di CO2 nell’ambiente – per singolo mezzo – pari a circa 1.011 Kg per la tratta Genova-Palermo, e di 997 Kg sulla tratta Palermo-Genova.

Sulla linea Napoli-Palermo, l’unità “GNV Cristal” ha fatto registrare un risparmio di emissioni di CO2 nell’ambiente per singolo mezzo pari a circa 78 Kg per ciò che concerne la tratta Napoli-Palermo, e di 101 kg sulla tratta Palermo -Napoli; tali valori, per mezzo e tratta, si attestano rispettivamente a 358 Kg e 374 Kg se il calcolo viene effettuato sui mezzi pesanti non accompagnati.

In seguito alla certificazione RINA, GNV può annunciare che la media generale di CO2 non emessa grazie all’utilizzo del vettore marittimo è pari a circa il 70% sulla linea Genova-Palermo e del 45% sulla linea Napoli-Palermo.

Si stima quindi che, grazie ai collegamenti garantiti da GNV, la diminuzione di CO2 è equivalente all’effetto di abbattimento di anidride carbonica di oltre 5 milioni di alberi ad alto fusto.

Nell’ambito delle Autostrade del Mare, snodo intermodale d’eccellenza per la connessione con il bacino del Mediterraneo, GNV si è concentrata negli ultimi anni su una logistica sostenibile del Mediterraneo, introducendo il miglioramento dei servizi di bordo e di terra delle rotte da e per la Sicilia, e andando a intervenire sull’ecosostenibilità delle navi, migliorandone l’impatto ambientale, e proponendo progetti mirati per la riduzione del 4% dei tempi della catena intermodale, l’incremento del 5% della frequenza delle linee e della capacità commerciale offerta, oltre all’implementazione delle tecnologie ITS.

La Compagnia ha tra i propri obiettivi l’abbattimento della congestione e del traffico stradale, la diminuzione della CO2 e un’offerta capillare e puntuale in termini commerciali per l’autotrasportatore: con una flotta di 14 navi, 11 collegamenti marittimi internazionali e 7 nazionali, GNV ha dato il via negli ultimi anni a un ulteriore potenziamento delle linee operate da e per la Sicilia nell’ambito della rete Autostrade del Mare, in risposta alle specifiche esigenze delle aziende di trasporto e delle piattaforme logistiche.

Nell’ambito delle Autostrade del Mare, infatti, GNV opera in Sicilia, la linea Napoli – Termini Imerese presentata a ottobre 2017, i collegamenti giornalieri da e per Palermo con Genova e Napoli, la linea Civitavecchia – Palermo, e il servizio Civitavecchia – Termini Imerese, oltre ai collegamenti solo merci Livorno – Termini Imerese e Genova – Termini Imerese.