Canale di Suez, l’aumento delle tariffe spaventa gli armatori

suez

L’Autorità del Canale di Suez ha annunciato la decisione di aumentare dal prossimo maggio di oltre il 4% i diritti di transito per navi da carico secco e petroliere. Si tratta del terzo aumento dopo quelli del 3% nel 2012 e del 5% nel 2013. ICS, BIMCO, Intertanko e Intercargo hanno scritto al presidente della Suez Canal Authority esprimendo il disagio degli armatori a sostenere spese maggiori in un momento di incertezza macroeconomica. “L’industria marittima è ancora una volta sgomenta sia per l’entità degli aumenti che per la continua insistenza da parte della SCA nell’imporre un preavviso breve di soli tre mesi prima che i pedaggi entrino in vigore”, spiegano le associazioni nella missiva. La decisione, denunciano gli armatori, potrebbe influire sulle scelte commerciali legate alla possibile circumnavigazione dell’Africa, bypassando Suez, per evitare le acque dell’Oceano Indiano infestate dai pirati. 

http://www.confitarma.it/dyn/doc/4448.pdf