• 24 Febbraio 2024 17:29

“Waterfront revisited”, convegno del Cnr sul recupero delle aree portuali

Il waterfront development, il recupero delle aree portuali dismesse, è un fenomeno sviluppatosi a partire dagli anno settanta del secolo scorso in seguito ai processi di deindustrializzazione. Perseguito spesso in modo avulso dal territorio circostante è possibile oggi, a quarant’anni dalle prime esperienze concrete, valutarne appieno gli effetti.

È l’obiettivo che si pone “Waterfronts Revisited – The Transformation of the Port Cities and the UNESCO Recommendation on the Historic Urban Landscape”, convegno del Cnr che si terrà a Roma, in concomitanza con l’Assemblea dell’Associazione Italiana di Storia Urbana, il prossimo 9 novembre.

L’appuntamento propone una rivisitazione del waterfront rapportandolo al territorio e alla città storica nella loro complessità e interezza, non isolando il porto ma ricontestualizzandolo, ricucendolo con il tessuto che gli appartiene sotto il profilo sia funzionale che formale.

La nostra prima finalità – spiegano gli organizzatori –   è quella di reintegrare la storia, l’esperienza, le tradizioni e i saperi locali e territoriali nel processo di valutazione e valorizzazione delle aree di waterfront e sensibilizzare in tale direzione gli interventi di oggi e di domani.

Il Programma