• 23 Febbraio 2024 09:13

Turismo: “Aumento cedolare secca misura inutile, da Firenze pochi spiccioli in più allo Stato”

Diredazione City

Nov 30, 2023
Fagnoni (Apartments Florence): “Da Firenze arriveranno allo Stato poco più di 140 mila euro per l’incremento della tassa sulle seconde case messe in affitto turistico. È una campagna politica contro gli imprenditori”

Firenze – “Con l’aumento della cedolare secca sugli affitti brevi prevista nel dl Anticipi, da Firenze arriveranno allo Stato solo pochi spiccioli in più: stiamo parlando di circa 140 mila euro. A livello nazionale 8,5 milioni di euro. È in atto una campagna politica contro gli imprenditori di un settore che sta trainando l’Italia”.
A dirlo è Lorenzo Fagnoni, presidente di Apartments Florence srl, azienda che da quasi 17 anni gestisce più di 500 abitazioni a Firenze.

“E’ l’ennesimo schiaffo – aggiunge Fagnoni – a chi contribuisce, con quasi la metà del Pil turistico, alla crescita del settore nell’Italia del post Covid. È un regalo alle lobbies. Si tratta di una misura mal costruita e inutile, dove si fanno solo speculazioni senza pensare a chi da sempre dà un contributo importante alla crescita dell’Italia”.

Tra le sottomisure criticate da Fagnoni c’è quella di “inserire misure antincendio negli immobili abitativi, limitando la misura a chi loca fino a 30 giorni. Un provvedimento che fa ridere. In pratica se la locazione è sopra i 30 giorni allora, secondo il governo, i rischi di incendio sono minori. Come si può prevedere una mossa del genere? Sono continue prese di giro a chi lavora nel turismo. Non ne possiamo più”.