• 3 Marzo 2024 14:11

Sicurezza a bordo. ECC e CLIA annunciano nuove misure

Registrazione della nazionalità e illustrazione dei sistemi di sicurezza

 

Garantire la sicurezza a bordo adottando misure più restrittive di quelle previste dalla normativa internazionale. In quest’ottica si inserisce l’annuncio di Cruise Lines International Association (CLIA) ed European Cruise Council (ECC), le principali associazioni del settore crocieristico, di due nuove disposizioni relative alla registrazione della nazionalità dei passeggeri e alle istruzioni di emergenza da fornire ai passeggeri.

Il primo intervento, in risposta ad una sollecitazione dell’ultima riunione del comitato per la sicurezza marittima dell’IMO, prevede l’obbligo di segnalare la nazionalità di ogni passeggero al fine di rendere subito disponibili i dati per la ricerca e il soccorso in caso di emergenza.

Il secondo fissa 12 argomenti standard che dovranno essere obbligatoriamente comunicati ai passeggeri nel corso delle normali riunioni in cui si spiegano le procedura di sicurezza. Tra questi una descrizione dei sistemi di security, delle loro funzionalità principali, delle vie di fuga e delle uscite di emergenza.

“Stiamo dando uno sguardo olistico alla questione della sicurezza, come è stato evidenziato dalla ampiezza e la portata delle numerose politiche che sono state sviluppate e adottate nel quadro della revisione dal suo lancio all’inizio di quest’anno”, afferma Christine Duffy, presidente di CLIA.