• 19 Luglio 2024 02:29

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Renato Marconi, insieme al Ministro Musumeci agli “Stati Generali della Portualità Turistica Italiana”

discutere il piano strategico della portualità turistica italiana 2025-2027

Roma – Si è svolto ieri, a Roma, l’evento “Stati Generali della Portualità Turistica Italiana”, organizzato da ASSONAT-Confcommercio, insieme ad Assonautica Italiana-Unioncamere.

Renato Marconi, CEO e fondatore del Gruppo Marinedi, ha raccolto l’invito del Ministro per la protezione civile e le Politiche del Mare, Nello Musumeci, a mettere il governo nelle condizioni di potere analizzare quali sono le maggiori esigenze avvertite da chi gestisce i porti turistici, aiutando così a definire gli obiettivi concreti sui quali lavorare.

“Inviterei tutti noi a spingere per l’applicazione del Piano del mare, un documento di indirizzo ricco di spunti interessanti per il nostro settore, soprattutto dal punto di vista della semplificazione burocratica”, ha affermato Marconi durante il suo intervento. “In questo momento, in Italia, stiamo osservando uno straordinario interesse di investitori stranieri, che spesso subentrano a imprenditori italiani stanchi e consumati dalla burocrazia. Il governo dovrebbe assicurarsi che questo non accada più, mettendo in chiaro come questo settore porti all’Italia grande visibilità, grande forza e indotto economico”.

Durante i lavori anche il presidente di Assonat, Luciano Serra, è intervenuto con una relazione programmatica incentrata sulla definizione di un Piano Strategico della portualità turistica italiana, percorso avviato dall’Associazione con l’obiettivo di contribuire a rilanciare una delle filiere più rilevanti dell’Economia del Mare che mette insieme due tra le principali eccellenze del Made in Italy: il turismo e la nautica.