• 14 Aprile 2024 13:33

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Porto di Genova, adottate nuove procedure per l’ingresso dei veicoli di emergenza in porto

Genova – Adottate con decreto del Commissario straordinario dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Piacenza le nuove procedure di accesso dei veicoli di emergenza nell’ambito portuale di Genova che comprende il ramo industriale della navalmeccanica di levante, il polo crociere e traghetti nel bacino storico, l’area commerciale di Sampierdarena e il terminal contenitori di Genova Pra’. Il proseguo delle attività prevede momenti di incontro con le parti sindacali e datoriali per favorire una piena diffusione e conoscenza delle procedure, oltre a momenti di confronto per monitorarne l’applicazione.

La formalizzazione delle nuove procedure di emergenza, che consentiranno interventi di soccorso più tempestivi, è il risultato ottenuto, nel corso di diversi incontri, dal Tavolo tecnico attivato da AdSP con NUE112 e Servizio 118 di cui fanno parte anche Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Genova, Capitaneria di Porto e S.C. PSAL ASL3. Al Tavolo tecnico hanno partecipato anche i rappresentati dell’Impresa di manovra ferroviaria Fuorimuro e i delegati del terminal PSA Genova Pra’. Infine, le procedure sono state poste al vaglio delle rappresentanze datoriali e sindacali.

Le nuove disposizioni introducono un aggiornamento tecnologico delle procedure precedenti, affiancando all’installazione di una cartellonistica stradale dedicata ai servizi di emergenza l’utilizzo dei moderni sistemi di geolocalizzazione dei gate di ingresso ai singoli terminal che facilitano un’immediata individuazione del luogo della richiesta di soccorso. Mappando il compendio portuale di Genova e Pra’, sono stati individuati e identificati con codice numerico progressivo i principali terminal portuali, associati per sotto area ad un preciso varco di ingresso, al fine di creare una rete di punti di accesso e percorsi predefiniti per il pronto soccorso. A completamento, è stata predisposta un’apposita cartellonistica che riporta in maniera chiara e semplice le procedure da seguire nel corso di una chiamata di emergenza e la corretta toponomastica da fornire agli operatori NUE112. Infine, AdSP assume il ruolo di regia del flusso delle comunicazioni di emergenza attraverso le proprie strutture di security.