• 3 Marzo 2024 13:35

Liberata la Rosalia D’Amato

DiAntonio Scotto Pagliara

Nov 25, 2011

Finisce un incubo durato sette mesi

 

E’ stato liberato il mercantile italiano Rosalia D’Amato della compagnia armatoriale “Perseveranza Navigazione”. Al termine di sette mesi di trattative serrate finisce dunque l’incubo per i ventidue uomini dell’equipaggio, tra cui sei italiani, rapiti il 21 aprile scorso mentre incrociavano le acque dall’Oceano Indiano, a 320 miglia dalle coste dell’Oman.

Massimo riserbo sulle modalità dell’operazione e sull’entità dell’eventuale riscatto pagato.

Degli italiani facenti parte dell’equipaggio 4 sono campani: Gennaro Odoaldo, terzo ufficiale di coperta, Vincenzo Ambrosino, allievo ufficiale di macchina, entrambi di Procida, Giuseppe Maresca, secondo ufficiale di coperta di Vico Equense, Pasquale Massa  primo ufficiale di coperta di Meta di Sorrento, ma residente in Belgio. Gli altri due sono siciliani: uno di Messina, il comandante Orazio Lanza e l’altro di Mazara del Vallo, il direttore di macchina Antonio Di Girolamo.  

Nelle mani dei pirati somali resta ancora la “Savina Caylyn”, con 43 uomini d’equipaggio tra cui 11 italiani.