• 15 Aprile 2024 20:08

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

La Spezia, continua la rincorsa ai porti del Nord Europa

Forcieri: “Valorizzare tutte le risorse per riacquistare competitività”  

 

Un sistema di collegamenti intermodali in grado di bypassare i porti del Nord Europa e di porsi a disposizione dei traffici europei. È l’asse La Spezia-Milano-Europa, già realizzato e funzionante, che fa dello scalo ligure il primo anello della catena logistica a supporto del sistema produttivo meneghino. Sono 24 infatti i treni che collegano ogni settimana il terminal Contship-LSCT al terminal intermodale di Melzo, l’infrastruttura strategica per la regione lombarda, dove si è svolto un incontro tra il Presidente dell’Ap di La Spezia, Lorenzo Forcieri, l’Ad di Sogemar (società del gruppo Contship che gestisce il gate intermodale), Sebastiano Grasso, e l’Ad di La Spezia Container Terminal, Marco Simonetti.  

Un appuntamento in cui si sono verificati i meccanismi burocratici e di servizio in grado di influire positivamente sulla velocità di transito dei container che passano per lo scalo spezzino. L’obiettivo, a fronte della mancanza crescente di spazi, è quello, come ha spiegato Forcieri, di “riacquistare  competitività rispetto ai porti del Nord Europa”. “Sosteniamo l’intermodalità – ha spiegato – cercando di implementare sempre più l’uso del trasporto merci su ferro che ci vede già competitivi a livello nazionale, con un 27% di transito via treno realizzato nel 2011. In mancanza di tempi certi per la realizzazione delle grandi infrastrutture, stiamo indirizzando i nostri sforzi per individuare sistemi innovativi in grado di velocizzare le procedure con particolare riguardo ai servizi doganali che rappresentano il vero elemento su cui investire per accrescere la nostra competitività”.
Il terminal intermodale di Melzo si sviluppa su 150.0000 mq, con 12 km di binari dove vengono lavorati 5.500 treni all’anno che corrispondono a 110.000 carri movimentati. Dal terminal lombardo, gestito da Sogemar  (Gruppo Contship Italia) partono con frequenza giornaliera i collegamenti internazionali con Germania, Olanda, Belgio ed anche Slovenia, Polonia, Romania, Austria e Paesi Scandinavi. I servizi  sono organizzati sotto la regia della Hannibal Spa (sempre parte del Gruppo Contship Italia) che offre servizi terminalistici e ferroviari agli operatori TX, GTS rail, SBB, Cross Rail e Oceanogate.