• 22 Maggio 2024 01:19

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Hörmann proporrà a TRANSPOTEC LOGITEC le più avanzate soluzioni per l’industria e la logistica

Leader europeo nel settore delle chiusure, Hörmann prenderà parte a TRANSPOTEC LOGITEC presentando una serie di tecnologie brevettate, tra cui la pedana di carico a spondina telescopica HTL2 ISO ad alta coibentazione termica.

Con un know how di quasi 90 anni, Hörmann è sinonimo nel mondo di chiusure d’eccellenza e opera sul mercato dell’industria e della logistica come fornitore globale, in grado di proporre dei veri e propri sistemi integrati, una serie di soluzioni complete e personalizzate per i più svariati punti di carico-scarico: oltre ai portoni industriali, la gamma dell’azienda per questi segmenti comprende infatti pedane di carico, sigillanti perimetrali e boccaporti prefabbricati, tutti prodotti ovviamente adattabili l’uno all’altro.

È proprio con questa expertise che il noto brand si presenterà, dall’8 all’11 maggio prossimi, nel contesto di TRANSPOTEC LOGITEC, manifestazione leader in Italia per i settori logistica e autotrasporto, che avrà luogo a Fieramilano.

Alla kermesse – focalizzata quest’anno sulla profonda trasformazione che sta vivendo il mercato, soprattutto relativamente ai concept transizione energetica e connettività – Hörmann presenterà le proprie innovative soluzioni nel Padiglione 14, allo stand B23 C24. Qui, i visitatori potranno visionare, tra le altre tecnologie d’avanguardia, la pedana di carico a spondina telescopica HTL2 ISO ad alta coibentazione termica che, in combinazione con un portone sezionale appositamente adattato, garantisce performance energetiche del 55% superiori ai modelli con spondina telescopica non isolati, assicurando così un minor impatto ambientale e notevoli vantaggi in termini di riduzione dei costi.

Soluzione ideale soprattutto per edifici in cui i punti di carico-scarico siano utilizzati in maniera importante – anche otto o nove ore al giorno – HTL2 ISO è dotata di pannelli isolanti mobili da 50 mm di spessore, applicati sotto la piattaforma e il labbro di avanzamento, quasi alla stessa altezza del punto di isolamento del pavimento del capannone. Tecnologia brevettata dall’azienda, questa pedana riduce le dispersioni energetiche attraverso il corpo di fabbrica, le cosiddette perdite di trasmissione, e garantisce dunque già in posizione di riposo un isolamento termico efficiente. Quando il labbro di avanzamento (di tipo IC – Increased Clearance, caratterizzato, di serie, da un appoggio libero lungo 390 mm e quindi adatto anche ai veicoli frigoriferi con pianale di carico incassato) si aziona, spingendosi verso l’esterno, viene poi trainato un pannello isolante, che permette di minimizzare le dispersioni energetiche anche durante le operazioni di carico-scarico. Grazie ad apposite guarnizioni verticali e orizzontali, il modello HTL2 ISO limita in più la dispersione di calore di ventilazione, che potrebbe ad esempio fluire attraverso fessure presenti tra la pedana di carico e la fossa.

Estremamente performante anche dal punto di vista dell’installazione, che può essere eseguita molto rapidamente in quanto tutti i pannelli isolanti e le guarnizioni sono premontati, la nuova pedana di carico a spondina telescopica Hörmann è dotata anche di un impianto idraulico facilmente accessibile, in grado di rendere assai semplice le operazioni di manutenzione.

Per le nuove costruzioni, Hörmann consiglia di abbinare la soluzione HTL2 ISO a un portone sezionale industriale coordinato, rastremato nella parte inferiore per adattarsi ai contorni della banchina, come i modelli SPU F42, APU F42, SPU 67 Thermo e APU 67 Thermo, presenti nell’ampia gamma dell’azienda. In combinazione con la pedana HTL2 ISO, il portone sezionale si chiude direttamente sul pannello isolante (sporgente di 160 mm) della pedana di carico, garantendo così una coibentazione termica ottimale anche in posizione di riposo. L’unità di tenuta e centraggio sviluppata da Hörmann guida in modo affidabile il portone nell’area della banchina e garantisce una tenuta efficace. Grazie all’esecuzione adattata nella zona inferiore del portone, è necessaria solo una lieve scanalatura (110 mm di larghezza) nella fossa per la guida del portone. Ciò riduce al minimo il lavoro necessario per creare la fossa, che mantiene la sua stabilità senza ulteriori rinforzi e blocca le forze d’impatto generate durante l’attracco al pavimento del capannone; in questo modo si evitano danni sia al corpo di fabbrica che alla pedana di carico.

Infine, il modello HTL2 ISO è disponibile anche in combinazione con il sistema DOBO (docking before opening) di Hörmann. Grazie a tale tecnologia, l’autocarro può attraccare al punto di carico-scarico a porte chiuse e aprirle solo dopo che il portone sezionale è stato sollevato per il carico o lo scarico. Ciò riduce ulteriormente lo scambio di temperatura e garantisce il mantenimento della catena del freddo. In questo caso, la pedana può essere abbinata a un portone standard, senza alcun adattamento, in quanto il pannello isolante sporgente della soluzione HTL2 ISO e l’incavo della rampa si presentano allo stesso livello.