• 22 Maggio 2024 16:50

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Coppa America. Si procede nonostante le polemiche

De Magistris: “Occasione per la città”

 

“La città si è lasciata ogni peso alle spalle e si sta dando un gran da fare per portare a termine nei tempi previsti i lavori necessari. Il progetto più importante, relativo all’allungamento del molo frangiflutti, è appena partito. Si tratta di un grande progetto da portare a termine in un lasso di tempo limitato: è per questo che è incoraggiante vedere i lavori progredire di giorno in giorno”.

A parlare è Peter Ansell, direttore delle operazioni a terra dell’America’s Cup Race Management,  ad una settimana dall’inizio dei lavori per le regate del prossimo 7 aprile.

Un evento che, stando alle indiscrezioni, costerà nel complesso circa 15 milioni di euro. Otto per le opere a terra e a mare, un milione per il restyling (parziale, visti i termini stretti delle operazioni) della Villa Comunale, un altro milione per pavimentazione, illuminazione e prima fase di una centrale di videosorveglianza.  

In attesa della chiusura per l’appalto relativo all’allestimento dell’area multifunzionale “Public Event Village” non si placano le polemiche sulla reale portata della manifestazione per la città. Durissimo l’attacco delle scrittore Raffaele La Capria che ha stigmatizzato in una lettera a Il Mattino la scelta di via Caracciolo per un evento, a sua detta sostanzialmente inutile,  che “arricchirà i soliti noti”.

Posizione che non smuove il sindaco De Magistris dalle sue convinzioni. “L’America’s Cup – ha affermato – è l’occasione che Napoli aspettava da tempo per rilanciare la sua immagine internazionale. Sono partiti i cantieri che realizzeranno i lavori necessari ad ospitare le regate nella meravigliosa cornice del lungo mare di via Caracciolo. La città si sta preparando al meglio all’evento: c’è grande entusiasmo e la voglia di partecipazione è palpabile. Sono certo – ha continuato – che questa kermesse non rappresenterà solo una manifestazione sportiva, ma sarà anche un volano per uno sviluppo concreto, dal turismo all’occupazione, e per dare visibilità allo scenario, già eccezionale, del lungo mare di via Caracciolo. Sarà l’occasione con cui tutti noi potremmo godere a pieno delle bellezze del mare, della spiaggia e del paesaggio che, insieme a tutta la città, saranno i protagonisti dell’appuntamento”.