• 21 Aprile 2024 04:23

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

CDSHOTELS protagonista al BTM 2024 di Bari e BTM di Napoli tra novità e approfondimenti

Diredazione City

Feb 20, 2024

Nella foto: Ada Miraglia, Direttore Commerciale CDSHotels

Lecce  Doppia presenza per CDSHotels in due appuntamenti strategici del settore: BTM 2024, Fiera del Levante di Bari, dal 27 al 29 febbraio e alla BMT Napoli, dal 14 al 16 marzo, CDSHotels avrà il suo stand dove accoglierà ospiti e visitatori che vorranno conoscere lofferta e scoprire le novità della stagione 2024.

Tra le novità che verranno presentate c’è l’apertura dell’Hotel Baia Taormina che dal prossimo 5 maggio entra a far parte della programmazione CDS Hotels.

Avvolto da un rigoglioso giardino, il Baia Taormina si compone di 120 camere, due piscine terrazzate dove gustare deliziosi aperitivi o light lunch, un bar, due sale ristorante con terrazza vista mare, una Spa, area posteggio interna e spiaggia privata raggiungibile a piedi direttamente dallhotel. ICentro benessere, riservato a chi ha più di 16 anni, è completo di jacuzzi, saune e docce emozionali, aree relax e cabine con un ricco menu di massaggi e trattamenti. Completano l’offerta della struttura un ristorante vista mare in cui gustare colazione e cena a buffet, oltre a un angolo gastronomico a tema diverso ogni sera. Per il pranzo, invece, una carta Snack con servizio a pagamento è disponibile presso il bar della piscina che si affaccia sul mare.

Con gli investimenti previsti dal piano strategico, CDSHotels nel 2024 conterà in portafoglio 5 villaggi tra Puglia e Sicilia (Porto Giardino, Riva Marina Resort, Relais Masseria Le Cesine, Costa del Salento Village e CDSHotels Terrasini in Sicilia, tutti 4 stelle) e 7 Hotel Collection (il 5 stelle Marenea Suite Hotel, i 4 stelle superior Pietrablu, Basiliani, Grand Hotel Riviera, Marelive e Baia Taormina, il 4 stelle Corte di Nettuno).

Altra novità 2024 che verrà presentata a Bari e a Napoli è il riposizionamento di Pietrablu come Hotel 4 stelle superior. “Lo storico resort di Polignano a Mare – ha commentato Ada Miraglia, Direttore Commerciale CDSHotels  dalla prossima primavera entra a far parte della Hotel Collection di CDSHotels. Questo progetto si inserisce nel piano strategico perseguito da CDSHotels che si è prefisso l’obiettivo di ampliare il suo business nel segmento hôtellerie.”

Lo scorso novembre, infatti, sono iniziati i lavori di restyling della struttura che riapre già dal prossimo 12 aprile, sotto la nuova veste di un 4 stelle superior.

Pietrablu per la sua particolare ubicazione – in posizione privilegiata direttamente sul mare tra prati e muretti a secco e a soli quattro chilometri da Polignano a Mare – e per la sua conformazione, ha le potenzialità per accogliere un target di clientela medio alta che desidera ritrovare un ambiente riservato ed esclusivo, unito ad un servizio accurato e puntuale.

Pietrablu offre 23 camere Comfort, 122 Suite, 41 Suite Deluxe e 5 Deluxe Top View, tutte proposte in formula B&B e mezza pensione.

A disposizione degli ospiti anche bar, 2 ristoranti, di cui uno à la carte, spiaggia privata interna e lido attrezzato con ombrelloni, lettini e gazebo matrimoniali, piscina e jacuzzi fronte mare, campi sportivi e ampi spazi verdi nei 12 ettari sui quali si distribuisce lhotel. La Spa di 700 mq offre un servizio dedicato alle coppie, anche in esclusiva. Il Centro Congressi, composto da tre sale da 30 a 100 posti a platea, ampi spazi interni ed esterni dove organizzare attività dedicate ed esperienze uniche.

Inoltre, al BTM di Bari, la partecipazione di CDSHotels prevede lorganizzazione di un panel dal titolo Green Deal, digitalizzazione e hospitality. Prospettive al 2030”, che si terrà il 28 febbraio (ore 10:45), in Arena, e che vede come relatori Gabriele Totisco, Responsabile Ricerca e Sviluppo CDSHotels e Daniele Totisco, Responsabile Budget e Controllo CDSHotels.

Il programma europeo Copernicus ha comunicato che il mese di gennaio del 2024 è stato il più caldo finora registrato a livello globale. Il Climate Change si conferma una delle più grandi minacce alla sopravvivenza dellumanità, ma quale contributo può dare il settore turistico al taglio delle emissioni di CO2? LEuropa ha fissato lobiettivo del Fit for 55, ovvero, tagliare del 55% entro il 2030 le emissioni di CO2 rispetto ai livelli del 2005, ma quali sono le strategie concrete che le strutture ricettive possono adottare per raggiungere questo obiettivo? E che ruolo ha il digitale in questa sfida? Sono alcune delle domande alle quali si cercherà di dare risposte, offrire un confronto e aprire opportunità.