• 18 Giugno 2024 05:27

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Castellammare, Fincantieri rispetti il protocollo d’intesa

La posizione di Cisl Campania sulla vertenza del cantiere stabiese

La vicenda Fincantieri nasce dalla crisi del sistema industriale italiano e non possono essere solo i lavoratori a pagare il prezzo di una situazione globale che va affrontata con nuovi modelli organizzativi, valorizzazione dell’efficienza e delle professionalità.

In attesa dell’incontro con il ministro Passera, Cisl Campania esprime la sua posizione sulla vertenza degli stabilimenti di Castellammare di Stabia ponendo l’accento sul rispetto del protocollo d’intesa firmato dall’azienda nel novembre scorso.

“La Cisl della Campania – spiega Lina Lucci, segretario regionale della sigla – è impegnata ad attivare ogni iniziativa in grado di assicurare l’unità dei lavoratori e del sindacato nell’esclusivo obiettivo di garantire la piena tutela dei livelli occupazionali ed il rilancio produttivo del sito. Pertanto rivolge agli armatori locali e nazionali l’invito a confrontarsi al Tavolo di coordinamento, istituito dal protocollo d’intesa, per verificare le necessità tecnico-finanziarie per incentivare commesse allo stabilimento di   Castellammare”.

In base agli accordi sottoscritti Fincantieri deve garantire  la continuità  produttiva con nuove commesse, da aggiungere ai due  pattugliatori già in costruzione, quali traghetti o tronconi di nave ed intervenire sul RINA per l’immediata definizione dello studio di fattibilità  del bacino di costruzione.

“Allo stesso modo – sottolinea la Cisl – la Regione Campania deve assumere ogni utile iniziativa finalizzata ad assicurare le risorse per la installazione del bacino di costruzione e il sindaco di Castellammare, , essendo anche Responsabile unico del  Contratto d’area, deve esprimere il protagonismo necessario per promuovere rapidamente la sottoscrizione dell’Accordo di programma utile alla puntuale definizione delle risorse e della tempistica”.

La Fim Cisl,  inoltre, valuta positivamente il progetto presentato da Fincantieri,  insieme alla Regione Campania, al Presidente Caldoro e all’Università  di Napoli relativo alla  costruzione di una piattaforma galleggiante per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.