• 17 Giugno 2024 15:28

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Carnival sceglie Olbia per il viaggio inaugurale della Breeze

Piro: “Un risultato importantissimo”

 

Un risultato “importantissimo” per Gianni Piro, presidente dell’Ap di Olbia, la presenza nello scalo sardo di Carnival Breeze, unità della Carnival Cruise Line al suo viaggio inaugurale.

“Dopo anni di promozione e contrattazione col gruppo armatoriale – spiega –  siamo riusciti finalmente a far sbarcare in città la Carnival Cruise Line e, cosa che ci rende onore, la sua più grande nuova nave, che ci ha scelto per il suo tour inaugurale nel Mediterraneo. Così come, ritengo sia memorabile la data di oggi per questa portualità che, anno dopo anno, sta scalando la classifica degli scali crocieristici europei”.

Trecentosei metri di lunghezza, 130 mila tonnellate di stazza lorda, una capacità massima di 4.724 passeggeri (3.690 in cabina doppia) e 1.386 membri di equipaggio, la nuova nave è partita lo scorso 3 giugno da Venezia, dopo aver toccato i porti di Pireo, Smirne e Messina, è giunta ad Olbia alle 9 di domenica 10 giugno 2012.

Per l’occasione, l’Autorità Portuale, con l’aiuto di Provincia, Comune e operatori portuali, ha messo in piedi una massiccia azione di promozionale e di accoglienza, con l’organizzazione di una sostanziosa festa di benvenuto, con buffet di dolci tipici dell’isola e comitato di accoglienza composto da gruppi Folk, cori e banda musicale cittadina.

Oltre 1.100 i crocieristi che, a bordo di 27 pullman, hanno scelto un’escursione verso le mete più suggestive della Gallura: l’Arcipelago di La Maddalena, la Costa Smeralda,  la spiaggia di La Cinta a San Teodoro, Tempio, Aggius, Calangianus, con visite ai siti archeologici, paesaggistici, naturalistici e alle aziende vinicole.

Per tutti gli altri, oltre 3.000, invece, sono state messe a disposizione 4 navette gratuite, con frequenza ogni 10 minuti e direzione centro storico di Olbia.

La stagione 2012 segnerà una netta ripresa dopo un biennio difficile: sono 139, ad oggi, gli scali previsti per tutto l’anno in corso nei tre porti del Nord Sardegna (Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres).

“E’ sicuramente una stagione che ci ripaga degli sforzi fatti e ci risolleva da un bilancio purtroppo negativo sul versante del traffico dei traghetti – continua il Presidente dell’Autorità Portuale -. La Carnival Holding, in particolare, ci ha voluto onorare con una presenza massiccia delle sue compagnie, tra tutte Costa Crociere, che ci ha scelto come scalo per imbarco e sbarco dei passeggeri, Ibero Cruceros, che ha prenotato 43 scali su Porto Torres, Seabourn e la stessa Carnival Cruise Line”.