• 22 Maggio 2024 00:33

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Autotrasporto: Serracchiani, Autorità regolazione chiede contributi non dovuti

“Il ministro dei Trasporti inviti l’Autorità di Regolazione dei Trasporti a chiarire che nessun contributo è dovuto da parte di chi svolge l’attività di trasporto merci su strada in conto terzi. Innumerevoli aziende di autotrasporto, non si comprende con quale criterio identificate, hanno infatti ricevuto dall’ART una lettera formale che chiede il versamento entro il 30 aprile del contributo previsto per determinate categorie quale onere di funzionamento”.  La deputata Debora Serracchiani rilancia le segnalazioni ricevute in merito alla lettera dell’Ufficio Bilancio, contabilità e autofinanziamento dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti recante in oggetto “Contributo per il funzionamento dell’ART. Anno 2024”. “Come peraltro segnalato nella stessa lettera – spiega la parlamentare dem – i soggetti esercenti servizi di trasporto merci su strada sono esclusi dal contributo in virtù della legge 136 del 9 ottobre 2023. Appare quindi incomprensibile perché un certo numero di soggetti esclusi dal versamento siano stati raggiunti da questa missiva, corposa, articolata e corredata di scadenze e indicazioni di sanzioni.  L’effetto è stato produrre sconcerto, disorientamento, richieste di delucidazioni a organizzazioni di categoria e professionisti. Se questo Governo vuol essere coerente – aggiunge Serracchiani – con le sue enunciazioni di semplificazione e sburocratizzazione, cominci evitando questi episodi di ‘vessazioni’ spicciole verso chi lavora: bastava fare riferimento alle imprese iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori”.