• 23 Febbraio 2024 08:25

APM TERMINALS VADO LIGURE: nuove assunzioni al terminal containers di Vado Ligure

Prorogata al 23 marzo la scadenza del bando per il corso gratuito di specializzazione per gruista di banchina finanziato da Regione Liguria attraverso il Fondo Sociale Europeo (FSE) – Linea di intervento C ed organizzato dall’agenzia di formazione Isforcoop

È stata prorogata al 23 marzo la scadenza del bando per il corso gratuito di specializzazione per “gruista di banchina” organizzato dall’agenzia di formazione Isforcoop per APM Terminals Vado Ligure, società del gruppo APM Terminals che gestisce Vado Gateway, il sistema portuale di Vado Ligure che comprende il nuovo terminal container deep-sea e l’adiacente Reefer Terminal.

15 i posti disponibili riservati a disoccupati e persone in stato di non occupazione (titolo di studio richiesto: obbligo scolastico assolto; titoli preferenziali a parità di punteggio: possesso di patente C e E).

Il corso, finanziato da Regione Liguria attraverso il Fondo Sociale Europeo (FSE) – Linea di intervento C (Disoccupati, Inoccupati, Soggetti con maggiore difficoltà di inserimento lavorativo, persone a rischio di disoccupazione a lunga durata), ha una durata di 240 ore di cui 70 di stage in azienda: APM Terminals assumerà almeno il 60% dei partecipanti che termineranno con profitto l’attività formativa conseguendo l’attestato di riferimento.

Il gruista di banchina è la figura professionale addetta al carico, scarico, trasporto, stivaggio e immagazzinamento di containers e merce di diverso tipo nei terminal portuali e nei magazzini ad essi collegati.

I nuovi operatori lavoreranno sulle gru “Ship To Shore” del nuovo terminal deep sea di Vado Gateway, mezzi utilizzati per lo scarico e il carico delle merci e dotati di una videocamera dinamica per l’invio al sistema operativo del terminal, completamente integrato con tutte le altre apparecchiature, del numero di contenitore, procedura che consente di conoscerne in qualsiasi momento la posizione all’interno dell’infrastruttura portuale.

Per accedere al corso gli interessati dovranno presentare presso la sede di Isforcoop la domanda di iscrizione ritirabile presso la sede stessa dell’agenzia o scaricare dal sito www.isforcoop.it oppure inviarla con R/R sempre presso Isforcoop.

Le selezioni dei candidati si terranno presso il Campus Universitario di Savona (Via A. Magliotto 2). La data e l’orario delle prove sarà indicato nella ricevuta consegnata all’atto dell’iscrizione, mentre la data e la convocazione per il colloquio orale saranno comunicate il giorno della prova scritta.

Il nuovo corso di specializzazione per gruista di banchina si inserisce nell’ambito della collaborazione tra APM Terminals Vado ligure e Isforcoop relativa a specifici programmi di formazione per disoccupati promossi dalla Regione Liguria attraverso il Fondo Sociale Europeo (FSE). Tale collaborazione si è già concretizzata con l’assunzione del 90% degli operatori portuali polivalenti (manovratori di “gru a cavaliere” e muletti) che hanno terminato con successo i precedenti percorsi formativi.

Vado Gateway è un sistema portuale moderno ed unico nel suo genere in Italia a servizio delle compagnie di navigazione e degli operatori logistici.

L’infrastruttura, situata a Vado Ligure, comprende il nuovo terminal container deep-sea e l’adiacente Reefer Terminal, il più grande hub della logistica della frutta del Mediterraneo.

Gestito da APM Terminals Vado Ligure, società del gruppo APM Terminals, tra le principali società terminalistiche al mondo e realizzato grazie a un investimento complessivo di 450 milioni di euro, il nuovo terminal container rafforza la competitività del sistema portuale italiano e rappresenta uno snodo strategico per la nuova “Via della Seta”, collegando i mercati di Nord Italia, Svizzera, Germania e Francia nordorientale con il Far East.

Con 700 metri di banchina e fondali fino a 17,25 mt, un’altezza di ben 4,5 metri sopra il livello del mare, il nuovo terminal container può accogliere ed operare senza limitazioni anche le grandi navi di ultima generazione (ULCS – Ultra Large Container Ships) e, a regime, sarà in grado di movimentare circa 900 mila teu all’anno (contenitori da 20 piedi), con un obiettivo di intermodalità su ferro del 40%.

Grazie ad un magazzino di refrigerato di 24.000 mq e alla presenza di 14 celle a temperatura controllata e differenziata, Reefer Terminal può movimentare fino a 250.000 teu e 600.000 tonnellate di prodotti ortofrutticoli.

Sono 390 gli addetti impiegati a Vado Ligure, circa 240 incluse le manutenzioni nel nuovo terminal (numero che salirà a circa 300 risorse entro la fine del 2020) e circa 150 presso Reefer Terminal.