• 17 Giugno 2024 15:51

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Dal 5 al 7 giugno al Transport Logistic China 2012

 

L’Autorità Portuale del Nord Sardegna punta la prua verso la Cina per rilanciare i traffici commerciali dei porti di Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres e allargare gli orizzonti a nuovi e sempre più competitivi mercati.

Dal 5 al 7 giugno, il presidente Paolo Piro sbarcherà a Shangai per partecipare alla Transport Logistic China 2012, fiera internazionale dedicata al settore della logistica e dei trasporti.

Insieme alle altre Authorities italiane, in particolare Cagliari e Civitavecchia, con le quali condividerà lo stand espositivo, quella del Nord Sardegna si inserirà nella vetrina del padiglione “Italy all in one”, coordinato da Assoporti, per ravvivare un settore gravemente penalizzato dalla crisi che, dal 2010, ha ridotto, mese dopo mese, i volumi di traffico di circa un trenta per cento.

“I dati del primo quadrimestre sono sempre più preoccupanti – sottolinea Piro – al calo del 2011 dobbiamo purtroppo aggiungere un altro 20 per cento di passeggeri in meno e un 15 per cento di contrazione sulla movimentazione delle merci, segno evidente che la domanda sta diminuendo sotto i colpi della crisi. Per questo motivo, anziché piangersi addosso e tirare i remi in barca, sono convinto che bisogna continuare a profondere ulteriori sforzi e cercare altrove nuove forme di economie. Il mercato asiatico, al momento, è quello che può contribuire a fare uscire il sistema dalla crisi. Quindi, occasioni come la vetrina della Transport Logistic China 2012 diventano fondamentali per il rilancio dei nostri porti”.