• 25 Giugno 2024 07:27

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Alla 9ª edizione del GIS, il meglio delle innovazioni del mondo del sollevamento

Dal simulatore di lavoro in quota presentato da Inail, alle macchine per la movimentazione di container con tecnologia “Energy Saving” di Cvs Ferrari, fino alla nuovissima 1250 Techno di Fassi, in anteprima europea.

Piacenza – Dal simulatore di lavoro in quota presentato in anteprima da Inail, alle macchine mobili per la movimentazione di container con tecnologia “Energy Saving” di Cvs Ferrari, fino alla nuovissima 1250 Techno di Fassi. Sono solo alcune delle novità presentate alla 9ª edizione del GIS, le GIORNATE ITALIANE DEL SOLLEVAMENTO E DEI TRASPORTI ECCEZIONALI, in programma fino a domani al Piacenza Expo. Un’edizione destinata a infrangere ogni record: dopo le oltre 6 mila presenze registrate nella prima giornata, nella seconda giornata i visitatori hanno superato quota 8 mila.

Il GIS è l’unico evento italiano espressamente dedicato agli utilizzatori di gru, piattaforme aeree, sollevatori telescopici, carrelli elevatori, macchine e attrezzature per la movimentazione industriale e portuale, logistica meccanizzata e il trasporto pesante. Una vetrina ormai mondiale sulle novità, che ha fatto della sicurezza sul lavoro un tema portante. Come dimostra la presenza di Inail, che ha anche patrocinato la manifestazione.

«La novità che presentiamo al Gis 2023 è un simulatore di piattaforma di lavoro elevabile, sviluppato all’interno di un bando di ricerca, che ha visto collaborare il dipartimento di Innovazione Tecnologica di Inail, la scuola superiore Sant’Anna di Pisa e l’università di Pisa», spiega l’Ing. Sara Anastasi, primo ricercatore del dipartimento di Innovazione Tecnologica Inail, mostrando il simulatore che tanto interesse ha suscitato tra i visitatori della mostra-mercato.

«L’esigenza di realizzare un simulatore come quello che presentiamo è nata dalla constatazione che, nell’ambito delle attività di formazione che conduciamo come Inail, esistono dei limiti effettivi, poiché non si può far esperire all’operatore quelle situazioni critiche e pericolose che si potrebbe trovare a dover affrontare sul lavoro. Con il simulatore riusciamo a ricostruire una serie di esperienze e consentiamo all’operatore di acquisire la capacità di gestirle in totale sicurezza, che è ciò a cui noi più teniamo. Grazie al visore di realtà aumentata l’operatore in formazione viene proiettato in un ambiente virtuale fedelmente ricostruito», ha concluso.

Ma il GIS è anche, naturalmente, vetrina privilegiata sulle novità proposte dai 432 espositori ospitati nei 71.000 mq di esposizione tra area coperta e scoperta, in rappresentanza di poco meno di 500 brand.

«Siamo leader del mercato dal punto di vista qualitativo nel settore delle macchine mobili per la movimentazione di container. La novità che presentiamo al Gis 2023 è la tecnologia Energy Saving, che applichiamo a quelle macchine che ancora è difficile rendere completamente elettriche, per far sì che i consumi e le emissioni siano ridotte il più possibile», spiega Davide Bertozzi, responsabile commerciale Cvs Ferrari Spa, «Con l’approccio Energy Saving abbiamo tagliato tutti gli sprechi possibili di carburante, e quindi di emissioni. Siamo stati in grado di farlo grazie all’individuazione delle possibili limitazioni dell’utilizzo del motore e di certi regimi di lavoro, attraverso un’analisi approfondita dell’utilizzo del mezzo in tutte le condizioni.

A Piacenza abbiamo presentato il Reach Stackers, una gru a braccio variabile specializzata nella movimentazione di container. Crediamo che la strada che abbiamo intrapreso con la tecnologia Energy Saving sia quella giusta, perché non si deve limitare la produttività ma gli sprechi».

Un’anteprima mondiale, invece, per Fassi Italia, che al GIS ha portato la nuovissima gru 1250 Techno, come spiega il direttore commerciale Italia di Fassi, Daniele Vismara: «La nostra novità principale è la 1250 Techno, che va a completare la gamma Techno, assieme alla 1450 e alla 1750. Si tratta di un’anteprima mondiale e questa è la prima macchina che abbiamo realizzato della nuova gamma. La grossa innovazione sono le portate considerevoli per quel che concerne lo sbraccio verticale, è una prima assoluta e dispone di 9 sfili».

Anteprima europea anche per Multitel Pagliero che nei padiglioni del Piacenza Expo ha presentato un Iveco full electric sul quale è stata montata l’innovativa MT 162 AXON, come spiega Alessandro Blanchi, direttore commerciale Italia: «La principale novità che presentiamo è un veicolo full electric, un Iveco Daily, dotato di un’autonomia di 120 km, sul quale abbiamo installato una piattaforma MT 162 Axon. La denominazione della macchina completamente elettrica prende spunto dagli impulsi del cervello umano, gli assoni. Ci è piaciuto questo gioco di parole originale, che non riprende quindi le classiche denominazioni “green” alle quali le macchine elettriche sono spesso legate. Un punto molto importate per noi, perché si tratta del primo veicolo di questo tipo completamente elettrico presentato non solo in Italia, ma in Europa. La macchina entrerà in produzione a breve».