Piacentini costruirà porto in Brasile

itaoca

Sarà realizzato dalla Piacentini Tecenge, azienda dell’omonimo Gruppo italiano, il porto di Itaoca a Itapemirin in Brasile. Il terminale sarà costituito da una superficie terrestre di 660.000 metri quadrati, collegata ad una zona in mare aperto di 90.000 metri quadrati con 11 moli di attracco e un molo di servizio. La durata dei lavori è stimata in due anni e vedrà l’applicazione di tecnologie esclusive. “La nostra società – spiega infatti Dino Piacentini, presidente del Gruppo – adotterà, per la costruzione le fondazioni speciali, per le quali siamo leader mondiali, e, in particolare, le paratie metalliche (palancole), che da molti anni rappresentano il nostro elemento di forza e di altissima specializzazione”. La scelta dell’azienda, ricorda Alvaro de Oliveira junior, chief operating officer di Itaoca Offshore, “è stata presa dopo un’accurata analisi delle tecnologie e dei processi di costruzione di opere simili, che il Gruppo italiano aveva già sviluppato in altre aree del mondo”. La nuova infrastruttura, per un investimento di oltre 130 milioni di euro, opererà per soddisfare le richieste logistiche dell’industria del petrolio e del gas del paese sudamericano.