AIDA Cruises di Carnival Corporation, la prima prova in assoluto della tecnologia delle celle a combustibile del settore crocieristico

aida

Incentrato sulla fornitura di energia a basse emissioni, il progetto di ricerca sulle celle a combustibile è l’ultimo di una serie di importanti progressi nell’innovativa strategia “green cruising” della società

Miami, 14 ottobre 2019  – Carnival Corporation &plc (NYSE / LSE: CCL; NYSE: CUK), la più grande compagnia di viaggi di piacere al mondo, ha annunciato oggiGermaniamarchio basato, Crociere AIDA, ha collaborato con i leader dei settori marittimo e ingegneristico per pilotare il primo sistema al mondo a celle a combustibile progettato per alimentare grandi navi passeggeri. Già nel 2021,Crociere AIDA proverà questa innovativa tecnologia del carburante su AIDAnova, diventando il primo marchio del settore crocieristico a provare celle a combustibile su una grande nave da crociera. Il progetto di ricerca, denominato “Pa-X-ell2″, è progettato per sviluppare celle a combustibile alimentate a idrogeno derivato dal metanolo, con il potenziale di fornire energia alle navi da crociera a livelli di emissioni persino inferiori rispetto al gas naturale liquefatto (GNL), il combustibile fossile più pulito al mondo. Progettate da Freudenberg Sealing Technologies, le celle a combustibile dovrebbero avere un ciclo di vita più lungo rispetto a quelle attualmente in fase di sviluppo per automobili, con prove preliminari a terra che mostrano una durata di oltre 35.000 ore di funzionamento. Sviluppate come un sistema di energia ibrida per l’uso nelle navi da crociera, le celle a combustibile saranno progettate per consentire benefici oltre le emissioni significativamente più basse, incluso il funzionamento con rumore e vibrazioni inferiori. In futuro esiste il potenziale per la produzione del metanolo richiesto da fonti energetiche rinnovabili. Fondato da della GermaniaMinistero federale dei trasporti e delle infrastrutture digitali, includerà il progetto di ricerca Pa-X-ell2 Crociere AIDA, rappresentata da Carnival Corporation’sAmburgo-basato Carnival Maritime GmbH, Freudenberg Sealing Technologies, il cantiere navale Meyer Werft e altri partner. “Con il primo utilizzo delle celle a combustibile a bordo di una nave da crociera oceanica, raggiungeremo un’altra importante pietra miliare nel nostro viaggio verso una crociera neutrale rispetto alle emissioni”, ha affermato Felix Eichhorn, presidente di Crociere AIDA. “Il nostro obiettivo è continuare a mostrare soluzioni concrete per raggiungere i nostri obiettivi climatici”. Nell’ambito di Carnival Corporation’sinnovativa strategia di “crociera verde”, il pilota delle celle a combustibile è il più recente di una serie in corso di iniziative ambientali e importanti progressi tecnologici per il marchio AIDA Cruises dell’azienda. Il mese scorso, il marchio ha siglato un accordo per installare un sistema di alimentazione a batteria agli ioni di litio unico nel suo genere sulla sua nave AIDAperla nel 2020, che sarà il più grande sistema di accumulo di batterie al mondo su una nave passeggeri, in grado di generare un produzione totale di 10 megawattora per aiutare a elettrificare la propulsione e il funzionamento della nave per periodi di tempo. Nel Dicembre 2018, Crociere AIDAha fatto la storia con l’introduzione della prima nave da crociera al mondo in grado di essere alimentata in porto e in mare da gas naturale liquefatto (GNL), il combustibile fossile a combustione più pulito al mondo. L’introduzione del GNL per alimentare le navi da crociera è un risultato importante nella crociera verde che supporta gli obiettivi ambientali dell’azienda con l’eliminazione virtuale totale delle emissioni di anidride solforosa (zero emissioni) e del particolato (riduzione dal 95% al ​​100%). L’uso di GNL ridurrà inoltre in modo sostanziale le emissioni di ossidi di azoto e anidride carbonica. In totale, Carnival Corporation dispone di ulteriori 10 navi da crociera LNG di nuova generazione su ordinazione, tra cui la Costa Smeralda, che sarà la seconda delle navi della compagnia a essere alimentata da GNL quando si unirà al Costa Crociere flotta questo autunno. L’azienda sta inoltre sperimentando l’uso di sistemi avanzati di qualità dell’aria, spesso indicati come sistemi di depurazione dei gas di scarico o “impianti di lavaggio”. Come diLuglio 2019, Advanced Air Quality Systems sono stati installati su 77 delle oltre 100 navi della Carnival Corporationflotta. I sistemi rimuovono quasi tutte le emissioni di ossido di zolfo, il 75% di tutto il particolato e riducono le emissioni di ossido di azoto. AIDA Cruises ‘ la nave più recente, AIDAnova, è stata recentemente nominata la prima nave da crociera ad ottenere la certificazione Blue Angel da della GermaniaMinistero federale dell’ambienteper il suo design ecologico della nave. Dal 2000, ogni nave costruita perCrociere AIDAdispone di funzionalità di “stiratura a freddo” o di alimentazione a terra, che consentono il collegamento diretto alla rete elettrica terrestre mentre si trova in un porto in cui è disponibile l’infrastruttura. Con la “stiratura a freddo”, le emissioni nell’atmosfera sono gestite e regolate in base ai requisiti di controllo delle emissioni nella centrale elettrica che fornisce il porto. Entro la fine del 2020, almeno 12 delle 14 navi di AIDA saranno in grado di utilizzare l’energia a terra ovunque sia disponibile. Dal 2017, AIDAsol utilizza la centrale elettrica costiera diAmburgo-Altona, Germania, per le sue normali operazioni. Inoltre, AIDA sta anche esplorando l’uso della produzione priva di CO2 di gas naturale liquefatto (GNL) da fonti rinnovabili attraverso il suo progetto “Power to Gas” o l’uso di celle a combustibile nelle navi da crociera. Entro la fine del 2023, il 94% di tutti gli ospiti AIDA viaggerà su navi che possono essere completamente alimentate da GNL a bassa emissione o energia da terra ove possibile. Crociere AIDA Fu chiamato “della Germania Compagnia di crociere più affidabile”nel Reader’s 2019 Sondaggio Digest Trusted Brandse ha ricevuto il premio MedCruise per il “miglior programma di sostenibilità” del 2019 e “il massimo investimento e impegno per l’ambiente e la sostenibilità”. Il marchio ha anche ricevuto il Green-Controlling Award 2018 dalla Fondazione Péter-Horváth in riconoscimento del suo programma “Green Cruising”.