• 14 Aprile 2024 13:21

Seareporter.it

Quotidiano specializzato in politica dei trasporti marittimi

Pesca e Green Deal europeo: le sfide al centro delle politiche del mare

Diredazione City

Mar 14, 2024

Evento a Catania, Venerdì 15 marzo 2024 – dalle 09:00 alle 13:00 – Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, via Biblioteca 13

L’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, la Rappresentanza della Commissione europea e il Ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare organizzano un confronto sulle nuove sfide della blue economy tra i rappresentanti delle istituzioni europee, nazionali e locali e gli stakeholder del settore.

L’evento, promosso anche dalla Regione Sicilia e dalla Città di Catania, vedrà la partecipazione del Ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare Nello Musumeci. Saranno presenti, inoltre, gli europarlamentari Giuseppe Ferrandino, Renew-Azione, Raffaele Stancanelli, ECR-FdI, Annalisa Tardino, ID-Lega, e Dino Giarrusso, NI.

Tra gli stakeholder figurano, invece, Francesca Biondo, direttrice Federazione nazionale delle imprese di pesca, Flaminia Mariani, vice-segretario nazionale del Sindacato lavoratori settore ittico ed agroalimentare CONFSAL Pesca, Antonino Pensabene, segretario regionale Sicilia UILA Pesca, Marco Maurelli, presidente GAL Pesca Lazio, Roberto Neglia, Confindustria Nautica, Francesco Fontana, presidente Traghetti delle isole SPA, Antonio Barreca, direttore generale di Federturismo Confindustria e Massimo Scatà dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia Orientale.

I saluti istituzionali saranno a carico di Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, Antonio Parenti, direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e di Enrico Trantino, sindaco di Catania. Moderano Fabrizio Spada, responsabile delle relazioni istituzionali dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, e Alberto D’Alessandro, Team Europe Direct.

Il dibattito vuole essere un’occasione per approfondire diversi temi di stretta attualità, quali il miglior utilizzo dei fondi UE, la gestione degli ecosistemi marini, i piani nazionali per la capacità della flotta, le zone esclusive per la pesca tradizionale, la pesca in acque internazionali, l’acquacoltura sostenibile, il mercato dei prodotti ittici e il ruolo della scienza e della tecnologia nel fornire dati e informazioni sugli stock, le flotte e l’impatto delle attività di pesca.

Si parlerà anche delle criticità e possibili risposte per un turismo costiero e marittimo sostenibile e delle opportunità legate alla creazione di itinerari geo-turistici marittimi, che mirano ad essere riconosciuti a livello europeo, per valorizzare l’ambiente costiero.