VTP, i progetti del network crocieristico

Ravenna. Dal 2010 VTP é tra gli azionisti di Ravenna Terminal Passeggeri, società che gestisce il Terminal Crociere di Ravenna, con oltre 100.000 passeggeri movimentati nel 2012 grazie a 17 compagnie armatrici, che hanno scelto questo scalo marittimo con 21 diverse navi. Importanti le novità per l’immediato futuro: entro il mese di aprile 2013 sarà terminata la prima fase dei lavori ai fondali dell’avamporto nord e del molo crociere, che porterà tutto il bacino di evoluzione ad una profondità di oltre 10 m. Una seconda fase, atta a migliorare anche la parte nord di bacino e darsena, comporterà l’escavo di circa 100.000 mc e si concluderà tra gennaio e febbraio 2014. A breve, entro l’inizio della stagione crocieristica, verrà riorganizzata la viabilità per l’accesso al terminal crociere, con una nuova segnaletica e percorsi più fluidi e sicuri. A medio termine, la costruzione, attualmente in fase autorizzativa, del nuovo terminal, di circa 4000 mq, dotato di ampie aree di servizio, parcheggi e bio-architetture, che utilizzerà anche fonti di energia rinnovabile, e il terzo accosto nella parte sud del bacino.

Catania. Positiva la stagione di Catania Cruise Terminal, la società che gestisce il terminal crociere di Catania che ha registrato oltre 250.000 croceristi l’anno scorso, con un incremento del +20% sul 2011. Un successo imputabile in primis alla “Vecchia Dogana”, struttura dove si svolgono l’accoglienza e le operazioni di homeport. Una stazione che sorge in un imponente stabilimento storico del XIX sec.ristrutturato, che ospita al suo interno una galleria commerciale. Per offrire uno standard sempre più elevato all’accoglienza si é programmato un importante piano di potenziamento estetico funzionale del terminal, tra cui un rilevante intervento sul percorso pedonale che collega il terminal alla Vecchia Dogana con una passerella coperta, realizzata con pannelli solari. Successo per l’operazione crew service, che dota il terminal di un centro servizi riservato esclusivamente agli equipaggi che a pochi passi dalla nave, possono acquistare alimenti, trattamenti e prodotti per la cura della persona. Interventi quasi obbligati visto un traffico in crescita in uno scalo, quello etneo che nel 2014 vedrà affacciarsi anche nuove ammiraglie del calibro della Disney Cruise Line.

Cagliari. Cagliari Cruise Port é la società, nata nel 2012, che, in stretta collaborazione con l’Autorità Portuale di Cagliari, promuove ed incrementa il traffico crocieristico nel Porto di Cagliari. La stagione crocieristica che, grazie ad un clima mite permette l’operatività durante l’intero anno, é già partita a gennaio e vedrà per il 2013 settanta toccate complessive. Il Terminal Crociere opera sul Molo Rinascita con due banchine, Ponente di 480m e Levante di 450m, in grado di accogliere navi di ultima generazione. Alla prima fase, dove l’accoglienza e le operazioni di check in sono svolte in una serie di tensostrutture e gazebo, seguirà , entro il 2014, la costruzione di un terminal calibrato sul crescente traffico passeggeri. Attivato dall’inizio della stagione crocieristica un nuovo servizio shuttle con autobus di tipo urbano dedicato ai flussi dei croceristi. In programma la realizzazione in tempi brevi di un percorso pedonale coperto per collegare il terminal al centro della città.

Brindisi. Dal 2012 VTP é nella compagine societaria di Brindisi Cruise Port, società destinata a gestire e promuovere il traffico passeggeri a Brindisi, uno scalo con banchine di lunghezza e pescaggio in grado di accogliere navi di ultima generazione. Un porto ubicato in una posizione strategica lungo la direttrice Nord – Sud Adriatico ed Est – Ovest Mediterraneo, porta d’accesso privilegiata ad una delle aree a più forte vocazione turistica dell’Italia meridionale. In collaborazione con la locale Autorità Portuale si é predisposto un progetto per una struttura di accoglienza dei passeggeri che sarà appaltato nel corso dell’anno che vedrà anche interventi sul fronte della viabilità di accesso per rendere più fluidi i traffici verso le destinazioni escursionistiche. Per quanto riguarda i traffici, il numero degli scali del 2012, circa 50, secondo stime prudenziali, é destinato al raddoppio entro il 2014.