Venezia punta al settore agroalimentare, movimentazione record di granaglie

Operazione da 100 mila tonnellate resa possibile dall’approfondimento dei fondali

Van Gogh e Vermeer. Due grandi pittori olandesi danno il nome alle portarinfuse gemelle che hanno scaricato nel porto di Venezia 100 mila tonnellate di granaglie, movimentazione record per il Terminal Rinfuse Italia del Gruppo Euroports. Entrambe le navi, di recentissima costruzione, hanno una lunghezza di circa 238 metri e una larghezza di 38 metri con una stazza lorda superiore alle 97.000 tonnellate. Un record, quindi, sia in termini di dimensioni delle unità ma soprattutto in termini di quantità di merci sbarcate in una sola settimana, principalmente farina e semi di soia provenienti dal Brasile. A rendere possibile l’operazione i recenti approfondimenti dei pescaggi effettuati dall’Ap che propongono il sistema veneziano come punto di riferimento per i prodotti agroalimentari dell’alto Adriatico. “Il terminal – spiega Marco Corbellini, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Euroports in Italia – sta apportando importanti innovazioni e grazie agli investimenti realizzati ora siamo in grado di gestire a livello informatizzato tutta la merce dallo sbarco alla riconsegna. In questo periodo, oltre al lavoro che stiamo svolgendo sulle rinfuse cereagricole, giungono al nostro terminal navi di grande dimensione che trasportano carbone e che arrivano a sbarcare fino a 50 mila tonnellate per toccata”.