Velalonga e Trofeo Telethon, raccolta fondi per la ricerca contro le malattie genetiche

lega-navale

Napoli 29 novembre – Due storici appuntamenti della Lega Navale di Napoli si stringono la mano per procedere a braccetto. Il 10 dicembre appuntamento con la Velalonga che si abbina, quest’anno al Trofeo Telethon, per una giornata in mare che vuole essere testimonianza di vero impegno sociale.

La tentatreesima edizione della Velalonga, la storica regata da sempre considerata la Barccolana Sud, sancisce, anche per il 2017, il soldalizio tra la Lega Navale di Napolie il Comando Logistico della Marina Militare, che rimangono organizzatori dell’evento.

Con la collaborazione-ed è una new entry- deli’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno Centrale, pronta a supportare l’evento che si lega, quest’anno, al Trofeo Telethon , la regata organizzata, ogni anno, nel mese di dicembre, per aiutare la raccolta fondi contro le malattie genetiche.

Saranno oltre 200 imbarcazioni che, domenica 10 dicembre, alle ore 12.00, prenderanno parte a questa festa del mare che unisce velisti professionisti a semplici appassionati dello sport velico.

il campo di regata, posto di fronte al Lungomare Caracciolo, permetterà a quanti lo vorranno di assistere alla scenografia competizione.

Come da tradizione, la Velalonga sarà preceduta di ventiquattr’ore della regata delle imbarcazioni composte da equipaggi “ Over 60”, che verranno premiati con la Coppa Acton.

Intitolato alla memoria dell’Ammiraglio Agostino Straulino, invece, il trofeo per il primo equipaggio delle Forze Armate a tagliare il traguardo.

Al vincitore della regata sarà assegnato anche il Trofeo Telethon e alla Fondazione impegnata nella lotta alle malattie genetiche saranno devolute le quote di iscrizione delle imbarcazioni partecipanti, nonché i proventi della raccolta straordinaria di fondi che verrà effettuata presso la base nautica della LNI del Molosiglio.

A presentare il Trofeo Telethon, anche quest’anno, un ospite d’eccezione: il Prof. Andrea Ballabio,

scienziato di fama internazionale e Direttore dell’Istituto Telethon di Genetica e Medicina di Napoli.

Il sodalizio con la Lega Navale dura da più di 20 anni, – ha spiegato il Prof. Ballabio – una vera maratona nel tempo, che ben si sposa col messaggio della nuova campagna creativa lanciata dalla Fondazione Telethon, “insieme per andare lontano”.

In questi anni gli obiettivi di ricerca dell’istituto si sono progressivamente spostati dall’identificazione dei responsabili di malattie genetiche allo studio dei loro meccanismi di funzionamento, con una attenzione particolare per le malattie neurodegenerative, come il morbo di Parkinson, e delle malattie neuromuscolari.

Stiamo facendo passi da giganti in questa battaglia, sia nel campo della diagnosi che nel campo della cura.

Avere i fondi per proseguire il nostro lavoro è, quindi di fondamentale importanza.

“ Per l’Autorità, che da un anno guido, è un grande piacere partecipare alla presentazione dell’edizione 2017 della campagna per la raccolta fondi di Telethon, per diverse ragioni – sottolinea il dott. Pietro Spirito , Presidente AdSP – Non dimentico di essere stato per due anni direttore generale di questa organizzazione, all’avanguardia della ricerca contro le malattie generiche rare.

Sono quindi particolarmente consapevole della importanza di dare un contributo concreto al percorso di finanziamento della ricerca per le terapie indispensabili  alla migliaia di bambini.

L’altra ragione è legata al mare, alla Velalonga che da anni sostiene la raccolta fondi e che rappresenta, per Napoli, il legame indissolubile esistente tra lo sport e l’impegno per la salute e per attività di ricerca, così rilevanti.

Il mare è anche luogo di solidarietà  concreta, e  questa iniziativa lo testimonia”.

“ È un momento speciale, per la Lega Navale di Napoli, quello che ci vede al fianco di Telethon, quest’anno con la manifestazione di maggior prestigio, la Velalonga  – sottolinea l’avv. Alfredo Vaglieco, Presidente della Lega Navale – questa regata è garanzia di massima  partecipazione.

Partecipazione che abbiamo voluto mettere al servizio della raccolta fondi per Telethon.

Speriamo, insomma, di poter consegnare nelle mani del prof. Ballabio un assegno ancora più sostanzioso per aiutare i tanti scienziati impegnati sul  campo a vincere la loro e la nostra gara contro la malattia”.

A vincere sarà di sicuro la solidarietà.