Universiadi, oltre 4000 atleti ospitati sulle navi da crociera nel Porto di Napoli

La Nave Oasis Of The Seas a Napoli

Verdi: “ deve essere l’occasione per avviare l’elettrificazione del porto. Chiesto tavolo urgente con Bonavitacola. Chiediamo Universiadi della sostenibilità”.

Napoli, 12 settembre – “I fumi emessi dalle navi ormeggiate nel porto sono da tempo un grosso pericolo per la qualità dell’aria, è necessario provvedere ad un piano di abbattimento delle emissioni come chiediamo da tempo al porto di Napoli con l’elettrificazione delle banchine o altri sistemi di abbattimento dei fumi.

I gas di scarico delle navi sono fonte inesauribile di avvelenamento ambientale e oggi rappresentano una delle maggiori cause di smog a Napoli, è a rischio la salute dei cittadini portuali e dell’intera città.

Il prestigio dell’iniziativa deve andare di pari passo con la sostenibilità dell’evento. Difendere l’ambiente e la salute dei cittadini deve essere un impegno costante che non deve passare mai in secondo piano.

Per questo abbiamo chiesto tavolo urgente con Fulvio Bonavitacola, con il commissario per le Universiadi e con il presidente del Porto Spirito per trovare soluzioni praticabili di abbattimento dei fumi subito e in prospettiva”.

A Lanciare l’allarme Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi con quello comunale del Sole che Ride Marco Gaudini rispetto al progetto di ospitare 4000 atleti in navi da crociera nel porto di Napoli in occasione delle Universiadi.

“ Trionfi lo sport, ha precisato Borrelli, ma non a danno dell’ambiente. Che siano le Universiadi della sostenibilità”.