Una nuova casa per l’Autorità portuale di Salerno

salerno ap

Consegnati i lavori alla ditta Russo. Consegna tra 15 mesi

“Cercheremo di terminare prima del Crescent”. È l’auspicio, tra il serio e il faceto, del presidente dell’Autorità portuale di Salerno, Andrea Annunziata, alla consegna ufficiale, con il sindaco De Luca, dei lavori per la costruzione della nuova sede dell’ente. Un progetto da circa 7 milioni di euro aggiudicato alla ditta salernitana Russo Costruzione Sas che si è impegnata a terminare i lavori entro quindici mesi.

L’Edificio Torre Sud Ovest, con i suoi sette piani fronte mare, sorgerà in prossimità della “mezzaluna” immaginata da Bofil nell’ambito del progetto di riqualificazione urbano del lato occidentale della futura Piazza della Libertà. E risolverà in modo definitivo una delle criticità con cui si è dovuta confrontare l’Autorità portuale fin dal suo insediamento. “Con questa nuova sede – spiega Annunziata – finisce il periodo degli uffici sparsi nel territorio. In questi anni i circa trenta dipendenti dell’ente hanno dovuto operare in condizioni difficili, divisi nelle tre sedi di Via Sabatini e in quella di Palazzo Sorgente. Con problemi operativi e di gestioni che comunque non ci hanno impedito di ben operare”.

Il nuovo edificio, che si svilupperà su una superficie di circa 2000 mq (su 8 livelli), sorgerà su area demaniale marittima ricadente all’interno della circoscrizione territoriale dell’Autorità Portuale di Salerno. Dal punto di vista funzionale, l’opera è interamente (dal piano interrato al settimo livello fuori terra) destinato ad uffici, sale riunioni, locali e ambienti di servizio, depositi, spazi d’uso comune e vani accessori ed ha possibilità di accogliere, in area dedicata (reperita, nel rispetto della vigente normativa riguardante i parcheggi pertinenziali, al piano interrato rispetto al livello della piazza) anche 7 posti auto al coperto.

Ma nelle intenzioni di Annunziata rappresenterà anche un’occasione di apertura alla città. “La nostra nuova casa potrà fungere da ponte verso Salerno, mettendo a disposizione, ad esempio, spazi per convegni culturali non di grandi dimensioni”, aggiunge.  

“E’ un momento importante del processo di riqualificazione dell’area portuale di Salerno e, più, in generale per lo sviluppo economico della nostra città – ha dichiarato il Sindaco Vincenzo De Luca – Con la realizzazione della torre dell’Autorità Portuale si completerà l’arco occidentale di Piazza della Libertà, che sarà delineato sin dalla prossima estate. Già dal mese di febbraio sarà, inoltre, innalzato il secondo filone del colonnato che caratterizzerà il Crescent. Proseguono, pur con i rallentamenti imposti dai vincoli del Patto di Stabilità, anche i lavori per la realizzazione della Stazione Marittima, che sarà ultimata a fine primavera. In pochi mesi, dunque, avremo già chiara la visione di quella che sarà un’opera simbolo dell’Italia intera, un attrattore turistico di valore internazionale”.

Il progetto della nuova sede dell’Autorità Portuale è strettamente collegato anche al sistema delle infrastrutture di collegamento all’area. Con l’approssimarsi della fine dei lavori per il primo lotto di Porta Ovest (riqualificazione di via Risorgimento) arriverà nel mese di febbraio anche l’avvio dei lavori del secondo lotto (via Ligea). Un intervento fondamentale poiché incanalerà in modo “autonomo” i traffici portuali verso l’autostrada.

G.Grande