Nord Europa, è boom delle crociere artiche

artico

Quest’anno +16% di passeggeri

Crescita a due cifre per le crociere nelle “acque fredde”. Artico, Islanda, fiordi norvegesi e isole britanniche registreranno un +37% di presenze rispetto all’anno scorso. A far la parte da leone i fiordi con un aumento del 29% dei passeggeri, seguiti da isole britanniche (+16%) e mar Baltico (+6%). Complessivamente nella regione dell’Europa settentrionale viaggeranno 1.49 milioni di passeggeri rispetto ai 1,28 milioni del 2011 (+16%).

Sono i dati di uno studio G.P.Wild (International) preparato per CLIA e ECC.

“Il mercato crocieristico nord-europeo sta crescendo rapidamente, grazie sia alla nuova ampliata gamma di destinazioni nella regione sia anche alla scelta delle compagnie crocieristiche di estendere la loro stagione in quest’area nei mesi più freddi dell’anno”, ha commentato Bo Larsen, direttore della Cruise Baltic, associazione costituita da 25 destinazioni crocieristiche del Mar Baltico che è associata all’European Cruise Council.

Nella  regione operano complessivamente 44 compagnie crocieristiche le cui navi scalano 253 porti, di cui 52 nel Baltico, 78 in Norvegia e nella regione artica e 123 nell’Europa nord-occidentale (incluse le isole dell’arcipelago britannico, il Mare del Nord e i porti atlantici).