Terra dei fuochi, rinnovato l’accordo per il telerilevamento

telerilevamento

La Giunta della Regione Campania ha deliberato il rinnovo dell’accordo di collaborazione tra Palazzo S. Lucia e la Direzione Marittima per la prosecuzione del programma di attività di Telerilevamento aereo (TLR), provvedimento finalizzato all’identificazione di anomalie e di criticità ambientali delle acque (interne, di transizione e marino costiere) e nei territori litoranei della Campania. Nel corso del primo anno di attività, sono state effettuate numerose missioni di sorvolo, allo scopo di individuare dall’alto, grazie alle strumentazioni in possesso della piattaforma aerea del Corpo delle Capitanerie di Porto e Guardia Costiera, anomalie e criticità ambientali sia dal punto di vista marino-costiero che litoraneo e fluviale. “Dati i rilevanti risultati raggiunti e l’efficacia della collaborazione istituzionale con la Direzione Marittima della Campania, rinnoviamo una intesa finalizzata a proseguire nell’azione di controllo del territorio per la tutela dell’ambiente e la lotta ai reati ambientali,” dichiara l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano. “Le missioni di volo, utilizzando tecniche sofisticate di telerilevamento ci hanno fornito una esatta fotografia dello stato dei luoghi e ci hanno consentito di avere una mappatura organica delle criticità territoriali esistenti.  Questo ci ha aiutato ad avviare le necessarie operazioni di bonifica degli spazi inquinati oltre a segnalare alle competenti Autorità Giudiziarie gli eventuali reati ambientali commessi allo scopo di reprimerli. Proseguiremo sulla strada intrapresa e stileremo nelle prossime settimane i piani dei prossimi sorvoli.” Le missioni di volo hanno interessato le seguenti località: Litorale Domitio-flegreo – Pozzuoli – Bagnoli – Agro Giuglianese; Fiume Sarno – Torrente Solofrana; Regi Lagni; Fiume Sarno; Fiume Calore; Fiume Sele – Diga Alento; Fiume Sarno – Cavaiola; Cava Monti.